Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Mercati al Test delle Trimestrali
09/04/2013 08:33

Wall Steet ieri ha recuperato parte del terreno perso la scorsa settimana, grazie al traino della politica monetaria giapponese, che chiamare accomodante è un eufemismo. I mercati ignorano completamente la situazione coreana, densa di pericoli ormai imminenti. Le ambasciate in Corea del Nord si stanno evacuando ed ora è stato chiuso l’accesso al distretto  industriale di Kaesong, a 10 chilometri dal confine, l’unico esempio di collaborazione industriale tra le due coree dopo l’armistizio, dove lavorano 123 aziende sudcoreane ed impiegano 50.000 nordcoreani. Intanto il Giappone ha piazzato batterie anti-missile i diverse località del paese. Si avanza a grandi falcate verso l’escalation, ma nessuno ci bada, sui mercati. Gli scambi di borsa sono guidati dalla speculazione generata dalle banche centrali (esclusa la BCE), che ha ormai portato dappertutto i tassi vicini allo zero e spinge i grandi operatori a praticare il carry trade, indebitandosi quasi gratis per speculare sui mercati e sui prodotti strutturati, che stanno vivendo una nuova giovinezza. Sono proprio quei prodotti basati sui mutui, analoghi ai titoli tossici, che generarono la grande crisi del 2008. Ora  vengono nuovamente utilizzati e sempre in maggior misura, grazie all’incentivo delle banche centrali e alle manovre di Quantitative Easing, che li comprano per stimolarne l’emissione, nella convinzione di aiutare così il settore immobiliare a riprendersi in fretta.
E’ una incessante lotta contro la realtà dell’economia stagnante, che viene nascosta con manovre di illusione monetaria, facendo credere che basti stampare moneta per diventare tutti ricchi. Tutto ciò provoca certo l’arricchimento di qualcuno: soprattutto del mondo bancario e dei fondi hedge, che approfitta di questa enorme leva non per finanziare l’economia, ma per mettere in piedi manovre speculative prive di collegamento col mondo reale. Tutto ciò durerà fino a quando le banche centrali lo favoriranno. Quando smetteranno, anzi, quando i soliti bene informati avranno la percezione che stiano per smettere, comincerà il gioco della distribuzione al popolo della scarta straccia e la bolla scoppierà più fragorosamente di quella del 2008.
Il momento non sembra imminente, ma comunque lo decideranno i manovratori, che, per ora, sembrano non aver ancora voglia di alzare il piede dall’acceleratore. Sempre che non arrivino fulmini a cielo apparentemente sereno.
Nelle prossime settimane avremo la possibilità di verificare lo scollamento tra quotazioni e realtà, attraverso la tornata primaverile delle trimestrali societarie. Ieri ha aperto Alcoa, come vuole la tradizione, battendo le stime degli analisti. Vedremo quante ci riusciranno. Intanto prendiamo atto che gli analisti per questo primo trimestre 2013 sono piuttosto cauti, se non pessimisti. Le previsioni circa l’andamento dei profitti trimestrali delle società che compongono l’indice SP500 vanno dal +1,6% di Thomson Reuters, al -1,5% di Standard & Poor’s, fino al più pessimistico -1,8% di Bloomberg. Nell’ultimo trimestre 2012 i profitti salirono del 6,2%. Come si vede, salvo sorprese, non si può dire che le aziende quotate Usa scoppino di salute. Del resto già 107 su 500 nelle scorse settimane hanno diramato profit warning, cioè avvisi che i profitti potrebbero essere inferiori alle attese. Ma il listino USA SP500 è ancora a pochi punti dai massimo storico del 2007.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.   Prova 1 mese GRATIS!

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  Prova 1 mese GRATIS!

In più avrai la possibilità di partecipare ai Webinar settimanali online riservati agli iscritti a GOLD e GAP.