Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

L'Ora dei Badanti
02/04/2013 08:35

Gli ultimi giorni hanno visto i mercati europei chiusi per le festività mentre in giro per il mondo altre borse hanno lavorato anche venerdì e ieri. Il risultato è che oggi si riparte disallineati. Negli USA è stato segnato giovedì scorso il record assoluto di chiusura per l’indice SP500, che è arrivato a soli 6 punti dal massimo assoluto di tutti i tempi e che mai prima aveva chiuso le contrattazioni al di sopra di 1.570. Venerdì ed il Week-end pasquale, con le notizie provenienti dall’Italia e soprattutto dalle due Coree, hanno però mutato l’umore. Infatti ieri SP500 ha restituito tutto quel che aveva guadagnato giovedì, anche per colpa di un dato piuttosto negativo dell’indice ISM manifatturiero, che è sceso a sorpresa nuovamente verso lo spartiacque di area 50, che divide le prospettive di crescita da quelle di recessione.
Anche le borse asiatiche hanno preso la via della correzione, che per ora è moderata, ma molto attenta alle scaramucce coreane, che mai come in questi giorni sono state pericolosamente insistenti ed a rischio di detonazione bellica.
Considerato che la Corea del Nord ha un dittatore completamente manovrato dai generali dell’esercito e possiede armi nucleari, i mercati cominciano a realizzare che la dichiarazione dello stato di guerra da parte della Corea del Nord non vada presa questa volta con un’alzata di spalle.
Sui mercati europei tutti attendono spasmodicamente l’impatto della guerra politica italiana, che, al contrario di quella coreana, si è improvvisamente addormentata per merito del sedativo propinato da Napolitano.
Tutta l’urgenza per tentare di fare il governo, con Bersani che ha fallito ma non ha ufficialmente rinunciato, i partiti che hanno escluso qualsiasi possibilità di accordo, Beppe Grillo che ha insultato tutti, Napolitano che doveva decidere prima di Pasqua, ha prodotto il più classico dei piatti della cucina politica italiana: la Commissione di studio.
I 10 saggi nominati da Napolitano, che Grillo con efficace termine ha subito chiamato “i badanti della democrazia”, dovranno “favorire il dialogo tra le forze politiche, mediante l’individuazione di punti programmatici”.
Insomma: una notevole forzatura istituzionale di Napolitano per far passare le due settimane che ci separano dall’elezione del suo successore. Una colomba pasquale rancida fin dal suo nascere. Come si fa a mettere d’accordo i partiti se nelle due commissioni si invitano tutti tranne i grillini? Perché non si dice chiaramente che si vuole cucinare il governo-inciucio Bersani-Berlusconi in salsa montiana?
A me pare, con tutto il rispetto per Napolitano, un clamoroso condizionamento del quadro politico ben al di là dei poteri attribuiti dalla Costituzione al Capo dello Stato, forse imposto dai poteri forti, che da sempre puntano sul Governissimo guidato ancora da Monti e diretto dalla troika.
Oppure una manifesta dichiarazione di impotenza: siccome non si riesce a fare il Governo, proviamo col Presidente della Repubblica.
Non sarebbe allora stato meglio dimettersi per accelerare le procedure di nomina del nuovo Capo dello Stato? Certo, ma subito dopo il primo giro di consultazioni, intorno al 20 marzo. Si sarebbe così anticipato di una decina di giorni l’elezione. Ora tanto vale far passare il tempo. Napolitano teme i mercati. Draghi deve avergli spiegato che fino a quando non ci sarà il nuovo governo questi ci penalizzeranno un pochino, ma senza dare di matto. Infatti i mercati per qualche tempo non temono la mancanza di un governo, poichè c’è il pilota automatico dei provvedimenti già approvati (IVA, TARES, taglio dei fondi agli esodati e cassintegrati) che blindano i conti pubblici per qualche mese. Quel che temono è che governo sarà il prossimo, quando la situazione si chiarirà. Allora è meglio posticipare le elezioni il più possibile, per non rischiare di vedersi arrivare Grillo o il Cavaliere al posto di Bersani.
Se la nostra democrazia è incapace di fare il suo dovere, piuttosto che rischiare di sfasciare tutto, ben vengano i badanti. O no?

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.   Prova 1 mese GRATIS!

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  Prova 1 mese GRATIS!

In più avrai la possibilità di partecipare ai Webinar (almeno 2 al mese) riservati agli iscritti a GOLD e GAP.