Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

La Toppa peggiore del Buco
26/03/2013 08:42

L’esultanza dei mercati per il “salvataggio” di Cipro è durata lo spazio di un mattino. Man mano che si sono chiariti i dettagli dell’accordo raggiunto domenica notte mercati hanno cominciato a fare qualche ragionamento. L’accordo prevede il fallimento della banca Laiki, che sarà divisa in due. La parte cattiva fallirà e causerà perdite fino a 4,2 miliardi per azionisti, obbligazionisti e correntisti con deposito superiore a 100.000 euro. Il poco di buono restante, i conti correnti fino a 100.000 e la liquidità della BCE verranno conferiti alla Bank of Cyprus. Anche in questa banca verranno tosati del 30% i correntisti con deposito superiore a 100.000 euro.
E’ poi ovviamente stato precisato che i 10 miliardi di aiuti ESM-FMI sottostanno al controllo della Troika e ad un piano di risanamento che pone Cipro nelle medesime condizioni della Grecia.
Da tutto ciò si capisce che il tabù dei 100.000 euro è stato a fatica ripristinato, ma i cittadini ciprioti si sentono come uno che è stato estratto dal mare in cui stava affogando, ma subito dopo viene immerso fino alla cintola nell’olio bollente.
Anche stavolta, almeno per ora, il prendere o lasciare della UE è stato accettato dai governanti di Cipro, in attesa di vedere la reazione popolare nei prossimi giorni.
Perché i mercati sono passati dall’esultanza alla depressione, come dimostra il passaggio del nostro indice dal +1% della prima mattinata al -2,50% della chiusura?
Immaginiamoci un investitore americano, brasiliano, cinese o arabo, che rifletta su quanto sono al sicuro i suoi investimenti in Europa.
Ha scoperto nello spazio di un week-end che due capisaldi necessari per mantenere la fiducia degli investitori sono stati abbattuti. Il primo è la certezza che, dopo Lehmann, le banche non possono fallire, che ci è stato fino a ieri propinato fino alla noia per farci digerire la socializzazione delle perdite bancarie sui titoli tossici. Si è capito che quelle tedesche e francesi non possono fallire, poiché a loro difesa vengono impiegate le risorse dell’ESM fin che è necessario. Le altre, quelle dei paesi mediterranei, d’ora in poi possono anche fallire, come è successo alla Laiki cipriota.
Il secondo è l’intangibilità dei conti correnti. Si è mantenuta la foglia di fico dei 100.000 euro, ma la sostanza è che in Europa, negli stati più deboli, la Troika ha scoperto che il modo più semplice per risparmiare sugli “aiuti” è quello di farli pagare in parte ai correntisti dello stato aiutato.
Quando poi, nel pomeriggio, l’ingenuo ed ancora acerbo Presidente dell’Eurogruppo Dijsselbloem, l’olandese che ha recentemente sostituito Junker, ha disinvoltamente parlato del piano cipriota come di un “modello valido per l’intera area euro”, i capelli degli investitori stranieri si sono rizzati e subito hanno pensato ad Italia e Spagna, possibili futuri oggetto di “aiuti” europei e cavie del “metodo Cipro”.
Insomma: tipico esempio di topa peggiore del buco.
Ecco perché Italia e Spagna sono rapidamente tornati nel vortice delle vendite e lo spread è nuovamente decollato oltre 320, trascinando nel pessimismo anche le altre borse europee e persino quella americana (per quanto possa dichiararsi pessimistica una perdita dello 0,3% sull’indice SP500).
…E tutto questo senza che Bersani ci mettesse del suo. Figuriamoci quando giovedì getterà la spugna e Napolitano non saprà che pesci pigliare…

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.   Prova 1 mese GRATIS!

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  Prova 1 mese GRATIS!

In più avrai la possibilità di partecipare ai Webinar (almeno 2 al mese) riservati agli iscritti a GOLD e GAP.