Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Se basta Cipro a spaventare i mercati...
18/03/2013 08:39

L’estrema fiducia nelle capacità di salita degli indici americani ha subito venerdì una piccola battuta d’arresto, con l’indice SP500 che ha chiuso una giornata in modestissimo calo. L’evento fa notizia, poiché a marzo si era visto una sola volta ed in tutto il 2013 assai poche.
Le streghe sono riuscite almeno a fermare l’avanzata trionfale dell’indice maggiormente significativo della borsa americana verso il suo massimo assoluto. Non è granchè, per ora, ma ogni inversione nasce da una battuta d’arresto, che la maggior parte degli operatori solitamente snobba, memore di tutte le volte precedenti in cui la correzione non è bastata a far girare il trend.
Potrebbe essere così anche stavolta ed esaurirsi in una piccola correzione di 3-4 giorni, come quella che abbiamo visto dal 20 al 25 febbraio e che ha appena fatto un po’ di solletico al toro dei mercati.
Credo però che occorra prestare una certa cautela e perlomeno non interpretare automaticamente questa fermata ai box del mercato come il solito pit stop per rifornirsi di altro carburante rialzista.
Questa volta potrebbe essere diverso. Da un lato abbiamo condizioni di oggettivo eccesso rialzista, espresse da alcuni indicatori: il calo record del VIX a valori pre-crisi del 2007; lo sfondamento verso l’alto da parte dell’indice del bordo superiore del canale che incardina il movimento dell’indice dal mese di maggio 2012. Dall’altro però abbiamo la presenza di divergenze ribassiste tra il comportamento del grafico, che segna massimi ascendenti, e quello di alcuni principali oscillatori (RSI e MACD, per esempio), che evidenziano invece massimi discendenti. Quasi sempre le inversioni di tendenza di una certa importanza sono anticipate da divergenze ribassiste.
Quasi sempre significa non sempre. Pertanto ogni conclusione è prematura. Però ci sono le condizioni per produrre una decisa deflagrazione, se una miccia innescata a dovere dovesse detonare proprio in queste condizioni.
Sarà un caso, ma la gestione all’europea del problema Cipro sta mettendo stamane un po’ troppo panico nei listini asiatici e potrebbe trascinare al ribasso in modo violento anche quelli europei.
L’UE sta dando prova della solita ignavia nel gestire le patate bollenti e venerdì ha deciso di attuare anche con Cipro il metodo del bastone e della carota, che tanti guai ha già provocato in Grecia e, di riflesso, sulla volatilità dei mercati europei nel 2011. Aiuti parziali in cambio di lacrime e sangue. Nel caso specifico solo 10 miliardi invece dei 17,5 necessari per salvare il paese dalla bancarotta ed in cambio l’imposizione di una tassa sui depositi bancari compresa tra il 6,75% ed il 9,9% delle somme depositate nelle banche cipriote. La popolazione ha vissuto questa misura come un vero e proprio furto legalizzato, attuato entro martedì prossimo, prima che le banche riaprano dopo il lungo ponte necessario per effettuare lo scippo.
E’ incredibile come l’UE riesca sempre ad adottare la soluzione che comporta il minimo beneficio con il massimo danno all’immagine già assai sbiadita che le opinioni pubbliche europee hanno di Lei.
Perché si sono prese queste decisioni? Per sbatter fuori Cipro dall’Euro e testare gli effetti di un default su una cavia piccolina e più controllabile di altre?
Per inviare agli italiani per mezzo dei ciprioti il messaggio (la minaccia?) di che cosa possa significare farsi scappare di mano la situazione dei conti pubblici, magari per inseguire visioni populiste?
E’ ovvio che questa situazione può essere foriera di turbolenza. Stiamo a vedere se anche stavolta basterà l’alzata di spalle degli speculatori americani con i soldi gratis di Bernanke.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.   Prova 1 mese GRATIS!

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  Prova 1 mese GRATIS!

In più avrai la possibilità di partecipare ai Webinar (almeno 2 al mese) riservati agli iscritti a GOLD e GAP.