Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

La Tregua
22/11/2012 08:34

E’ scattata la tregua in Palestina ed i mercati hanno accompagnato l’allentamento della crisi mediorientale con una giornata tranquilla, contrassegnata da movimenti limitati e da scarsi volumi. Il nostro listino è stato il migliore, ma anche da noi i rialzi si sono mantenuti su entità non certo eclatanti. A condizionare le borse è stata l’attesa per il lungo ponte dedicato al Thanksgiving Day, la famosa Festa del Ringraziamento, che si celebra ogni anno in USA a fine novembre e si caratterizza per due particolarità che l’hanno resa famosa in tutto il mondo: il giovedì, che è il vero giorno di festa, le famiglie si riuniscono per mangiare il classico tacchino, mentre il giorno seguente, il venerdì soprannominato Black Friday, pur essendo formalmente un giorno feriale, tutti si precipitano nei centri commerciali per dare inizio alla maratona degli acquisti natalizi. Tutte le catene commerciali offrono sconti particolari per invogliare all’acquisto.
Ecco perché i prossimi due giorni vengono guardati con molta attesa e nell’imminenza si azzardano poche operazioni. Sarà interessante lunedì prossimo valutare la foga consumistica degli americani nel prossimo week-end, per trarre qualche indicazione sull’andamento della crescita americana dell’ultimo trimestre.
Nell’attesa delle valutazioni di Wall Street, che domani sarà chiusa e venerdì lavorerà con orario ridotto e sicuramente con scambi al lumicino, credo che anche le borse europee vorranno trascorrere un paio di giorni di tregua, dopo la battaglia tra rialzisti e ribassisti che nelle scorse settimane ha scosso i listini. All’attacco dei ribassisti, che hanno segnato consistenti successi fino alla fine della scorsa settimana, portando i listini europei a rompere importanti supporti, è seguita la controffensiva dei rialzisti, che sono riusciti a far rimbalzare i mercati e recuperare i livelli che sembravano abbandonati, ma non ancora ad invertire il trend di breve periodo, che per ora rimane impostato al ribasso.
Ora, in assenza di Wall Street e prima di importanti movimenti che potrebbero scaturire dall’America la prossima settimana, il movimento più logico e probabile per i listini europei sarebbe un moderato proseguimento dell’inerzia del rimbalzo o una modesta oscillazione intorno ai valori di ieri.
Anche perché lunedì è attesa la decisione sulla Grecia, anche se già tante volte tale decisione è stata rimandata e la Germania sta puntando i piedi, con una impressionante manifestazione di cinismo, per alzare continuamente il prezzo da far pagare ai greci in cambio dei 31 miliardi promessi quest’estate e non ancora erogati.
Godiamoci allora due giorni probabilmente tranquilli. Da lunedì pomeriggio si tornerà a ballare.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.   Prova 1 mese GRATIS!

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  Prova 1 mese GRATIS!

In più avrai la possibilità di partecipare ai Webinar (almeno 2 al mese) riservati agli iscritti a GOLD e GAP.