Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Pit Stop
22/10/2012 09:20

La settimana scorsa, che nella prima parte prometteva un’estensione del rialzo in grado di tornare a testare i massimi di settembre, si è chiusa con una brusca frenata, in Europa, ma soprattutto negli USA, che si è rimangiata tutte le belle attese iniziali.
Le prime trimestrali americane, sorprendentemente positive, avevano illuso qualcuno sulla possibilità che i bilanci societari potessero dribblare la fiacca congiuntura economica. Le attese per il vertice dei leader europei confidavano in una rapida evoluzione del duplice salvataggio di Spagna e Grecia e nel veloce avvio di quell’Unione Bancaria che avrebbe consentito al fondo salva-stati di predisporre in pochi mesi una cintura di sicurezza che permetta di salvare direttamente le banche in crisi di tutta l’Unione Europea, spezzando così il meccanismo perverso che costringe i singoli stati a salvare le banche che hanno la sede legale nel proprio territorio e che in tal modo manda in crisi gli stati stessi mediante il drastico innalzamento del loro debito.
La parte finale della settimana ha invece presentato una realtà assai più triste delle attese. Una sfilza di importanti trimestrali non è riuscita a superare le attese degli analisti, dimostrando che questa volta i bilanci societari hanno maggior difficoltà a dribblare la realtà del rallentamento della crescita del PIL. Inoltre il vertice UE ha messo in mostra, ancora una volta, il solito copione di liti nazionalistiche dei leader europei, che quando vanno ai vertici pensano soltanto ai vantaggi per il proprio paese (anzi, per meglio dire, soltanto a ciò che potrebbe garantire un egoistico vantaggio elettorale nel proprio paese) a scapito del bene dell’Unione Europea.
La manfrina polemica tra la Cancelliera Merkel ed il francese Hollande, con gli altri leader ostaggio dei capricci tedeschi e dell’orgoglio francese, ha partorito un nuovo sostanziale rinvio dell’unica decisione che il Vertice doveva prendere, cioè la partenza effettiva dell’Unione Bancaria, col risultato di riportare incertezza sui salvataggi bancari, che fino alla fine del prossimo anno, se tutto andrà bene ai prossimi vertici, la BCE non potrà effettuare.
La faccia dei mercati azionari si è perciò immediatamente fatta ombrosa, perdendo la spinta dell’ottimismo e l’indice guida, l’americano SP500, ha invertito prepotentemente la marcia registrando il secondo fallimento nel tentativo di riportarsi al di sopra dei massimi di settembre.
Riprendono perciò prepotentemente quota le probabilità di una più ampia correzione, che a questo punto diventano maggioritarie ed attendono soltanto la certificazione grafica della sfondamento di quota 1.425.
E’ vero che fino a quando il mercato non sfonderà tale quota le speranze di tenuta e di rimbalzo non moriranno. Però il fatto di non essere riuscito a superare l’area 1.470, nonostante 3 tentativi, fa pensare che manchi la benzina ai compratori e che necessiti un più o meno prolungato passaggio ai box della correzione, dove si dovrà verificare lo stato del motore dei mercati azionari.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.   Prova 1 mese GRATIS!

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  Prova 1 mese GRATIS!

In più avrai la possibilità di partecipare ai Webinar (almeno 2 al mese) riservati agli iscritti a GOLD e GAP.