Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

I Mercati perdono la Pazienza
25/06/2012 16:26

L’impressione che riceviamo dai mercati finanziari è che, dopo aver affidato parecchie speranze di ripresa alla capacità europea di trovare qualche soluzione credibile alla crisi dell’Eurozona ed al coraggio di Bernanke di dare un ulteriore colpo di frusta alla ripresa americana con una nuova manovra di Quantitative Easing, stiano ora manifestando una certa disillusione.
Infatti Bernanke ha deluso le aspettative, negando il QE. A dire il vero la pretesa di una ulteriore tornata di allagamento monetario mi è sempre sembrata un po’ esagerata, poichè non teneva sufficientemente in conto che usare il bazooka monetario in piena campagna elettorale avrebbe significato per la FED regalare l’implicito appoggio ad uno dei due contendenti, dato che Obama richiede  da tempo ulteriori stimoli alla crescita, mentre Romney è contrario, soprattutto se provengono dalla stampa di moneta.
Anche i leaders europei sembrano incapaci di mettere fine alle solite divergenze, ed i vertici in pompa magna creano soltanto attese messianiche inesorabilmente frustrate dai risultati pratici, che non vanno quasi mai oltre alle solenni dichiarazioni di principio che condiscono il rinvio dei provvedimenti concreti al vertice successivo.
Mancano ormai solo 3 giorni al Consiglio Europeo, che lo stesso Monti ha definito “decisivo”. Il vertice romano di venerdì scorso ha reso evidente soltanto la fretta della Merkel di terminare la sceneggiata per recarsi a vedere la partita della Germania. La dichiarazione finale è riuscita soltanto a ribadire che l’euro è irreversibile e che verranno prese misure per la crescita, evitando ben bene di dire quali, perché non c’è alcun accordo.
Al Consiglio Europeo del 28-29 giugno, date queste premesse, l’impresa di fornire soluzioni concrete e credibili ai mercati appare pertanto titanica.
L’esito più probabile, salvo piacevoli sorprese, pare essere l’annuncio dell’Unione Bancaria, che è l’unico progetto su cui i tedeschi accettano di progredire, dato che anche le loro banche non sono messe poi così bene.
Questo progetto dovrebbe prevedere l’utilizzo del Fondo salva-stati per salvare direttamente le banche senza passare per i singoli stati; l’istituzione di una autorità di vigilanza (la soluzione semplice sarebbe la BCE); fornire una garanzia europea ai correntisti delle banche in caso di fallimento. Siccome definire tutti questi dettagli non è una passeggiata, si farà solo l’annuncio rinviando gli aspetti tecnici, come sempre, a successive riunioni.
Non so se i mercati avranno questa volta la voglia di concedere altro tempo alle interminabili discussioni dei leader, agli incontri bilaterali ed ai vertici formali ed informali, che costano un occhio della testa e danno solo lavoro a giornalisti, fotografi ed all’apparato burocratico, quando quelle chiacchiere inconcludenti si potrebbero fare con una telefonata, magari su Skype. 
La pazienza dei mercati potrebbe essere ormai al termine e potrebbero già nei prossimi giorni scattare violente risposte, per dare ai leader la sensazione che il tempo stringe.
Oltre tutto si fa sempre più traballante la posizione interna di Monti, ora che il Berlusca si è nuovamente montato la testa e vuole riprendere il gioco dello statista, questa volta non solo per salvare la patria, ma anche l’euro, cacciando via la perfida Germania. Io mi accontenterei di mandare via la Germania dall’euro-campionato di calcio. Sarebbe già un’impresa storica.
Tutto ciò mentre la nuova crisi militare tra Siria e Turchia, che vuole coinvolgere la NATO, potrebbe aggiungere un altro po’ di sale geopolitico sulle ferite economiche che affliggono il mondo.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.     >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<