Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

In cerca di Magie
19/06/2012 17:09

Ieri i mercati hanno rivissuto in scala ridotta la stessa emozione della settimana precedente, al punto da presentare ai commentatori un nuovo spunto per descrivere in modo sintetico l’andamento dei mercati. Così come si usa parlare a volte di “giornata nera per le borse”, gli ultimi due lunedì che si sono avvicendati ci hanno presentato la “giornata farlocca per le borse” una fattispecie che vede l’apertura in grande euforia, con quadagni consistenti in reazione agli eventi del week-end (ieri le elezioni greche, la settimana prima il salvataggio delle banche spagnole), subito seguiti da un dietro-front ancora più consistente, in seguito al ritorno con i piedi per terra e ad una riflessione un po’ più pacata.
Uscito rapidamente dalla lista delle preoccupazioni il voto greco, subito si è tornati a macerarsi sulle condizioni della Spagna, che hanno provocato l’impennata ben oltre il 7% del rendimento del titolo di stato decennale e un nuovo crollo per le banche, per le quali si sospetta in modo sempre più insistente l’imminente assalto agli sportelli.
Il pessimismo si è rapidamente propagato al nostro paese, poiché mlti operatori hanno cominciato a far di conto e verificare che se gli aiuti alla Grecia verranno confermati e se la Spagna dovesse chiedere a sua volta l’intervento del fondo salva-stati, per salvare l’Italia non resterebbero munizioni sufficienti.
Inoltre se dovesse scattare l’assalto ai prelievi bancari, dati i legami e gli intrecci fortissimi tra le varie banche europee, potrebbe scattare un blocco del credito su scala europea, che aprirebbe una vera e propria ecatombe per il sistema finanziario e per l’economia europea.
Si tratta delle prime avvisaglie di ciò che potrebbe succedere se a fine mese dal cilindro dei prestigiatori di Eurolandia non uscisse nulla, o tutt’al più qualche coniglio morto, come nelle precedenti circostanze.
Comunque la giornata odierna ha portato un rimbalzo, generato però dalle attese sui giochi di prestigio di Bernanke, che domani potrebbe stupire il pubblico degli appassionati di magia con il famoso numero del Quantitative Easing, un trucco che ai mercati piace sempre, poiché produce l’apparizione di dollari sonanti per il carry trade dei fondi hedge e delle banche d’affari.
Il rialzo sui rumors può riprendere, dopo le vendite di ieri che sono seguite alle notizie elettorali greche.
Stiamo a vedere che succederà nei prossimi giorni, quando le magie dovranno arrivare dagli euro-leader, che dovranno esprimersi in un numero che finora non è mai riuscito: parlare con una voce sola e mettersi d’accordo su qualcosa che sia un po’ più concreto del solito rinvio.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

I CORSI DI TRADING A DOMICILIO

 

             IMPARA IL TRADING DA CASA 

Il nuovo percorso con 9 Webinar e 22 ore di formazione online per imparare da casa tua a fare il trading online con sodisfazione. Il primo Webinar è GRATIS.

                Clicca qui per saperne di più