Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

La Pazienza dei Greci, l'Impazienza dei Mercati
18/06/2012 16:57

Avevo azzardato che con il risultato elettorale greco, avremmo avuto oggi maggiori indicazioni operative.
Invece non è successo per nulla. Anzi. Abbiamo avuto l’esito che tutti i democratici euro-burocrati hanno tentato in ogni modo di “favorire”. I partiti propensi a non lasciare la strada vecchia dei sacrifici imposti dalla Troika per avventurarsi su una nuova che abbandoni l’Euro hanno vinto le elezioni. I greci hanno buttato giù il rospo ed il partito della sinistra radicale, che ad aprile aveva raccolto ampi consensi sulla proposta di stracciare il famoso “memorandum” della troika per ridiscuterlo daccapo, non ha sfondato e si appresta a giacere all’opposizione di un governo di unità nazionale che dovrebbe raccogliere tutti gli euro-disponibili ed applicare le ricette tedesche con qualche mese di dilazione in più.
Ma le borse hanno festeggiato istintivamente solo in avvio di giornata, e subito dopo hanno dovuto prendere coscienza che i problemi della Grecia sono ancora tutti lì ed il fatto che gli elettori abbiano deciso di provarci a fare ancora sacrifici non significa che le precarie condizioni di salute dell’economia greca lo consentano.
Inoltre vi è sempre la possibilità che l’aver evitato il baratro della distruzione dell’euro spinga i padroni di eurolandia a credere che la politica del bastone riesca a far miracoli o che i problemi si risolvano da soli, cedendo così alla tentazione di rinviare le decisioni cruciali sull’unione politica oltre i prossimi vertici di fine giugno.
Preoccupa particolarmente, a mio parere, il fatto che anche oggi il rendimento del decennale spagnolo sia oltre il 7% ed avvicini il momento in cui gli spagnoli saranno costretti a chiedere anch’essi ufficialmente, e non solo per le loro banche, l’aiuto del fondo salva-stati.
A tenere in piedi i mercati azionari ancora una volta deve pensare la forza di Wall Street, che continua a scontare un imminente intervento espansivo di Bernanke in aiuto dei listini.
Pertanto la giornata odierna, che avrebbe dovuto segnare la riscossa post-elettorale dei mercati azionari, ripresenta le incertezze di sempre, specialmente a danno dei listini più deboli, tra cui spicca, tanto per cambiare, il nostro FTSE-MIB, che oggi risente anche del corposo stacco di dividendi di alcuni colossi del listino italiano (Enel e Intesa sopra tutti).

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.     >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<