Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Falsa Ripartenza
19/04/2012 08:49

Contrariamente a quanto sembrava volerci trasmettere il poderoso rimbalzo di martedì, i mercati continuano ad avere le idee piuttosto confuse e non riescono a confermare le intenzioni di recupero.
Si torna pertanto all’interno del trading range che da qualche giorno definiva i dubbi dei mercati, prima della rottura avvenuta martedì e negata ieri.
Ora incombe il pericolo che il falso segnale di forza si trasformi in un nuovo affondo ribassista, poichè spesso la falsificazione di un segnale si trasforma in un segnale contrario.
In effetti ieri ci voleva un bell’entusiasmo per continuare a comprare, data la raffica di tegole che si è abbattuta sui mercati nel corso della giornata.
Cominciamo dai dati sulla crescita mondiale diramati dal FMI, che ha rivisto leggermente al rialzo le precedenti stime, ma ha confermato previsioni assai fosche per Italia e Spagna, i due paesi che sono nell’occhio del ciclone delle paure.
Per il nostro paese la previsione per il 2012 parla di -1,9% di variazione del PIL e costringe anche il governo ad ammettere che la recessione non finirà prima del 2013. Inoltre gli analisti del FMI sono scettici sul raggiungimento del pareggio di bilancio prima del 2017, nonostante la conferma da parte del Governo delle intenzioni alla base delle varie manovre “salva-Italia” del 2011, che hanno l’obiettivo di raggiungerlo il prossimo anno. Per di più proprio in questi giorni il Parlamento ha approvato definitivamente l’inserimento nella Costituzione di questo principio.
Se il FMI ha ragione il risultato non può che essere uno: nuove manovre. Per ora Monti ha negato, ma, come tante altre volte abbiamo visto fare da Tremonti, quel che si nega in primavera si fa in estate.
Si fanno intanto sempre più allarmate le analisi degli effetti della nuova IMU sulle tasche degli italiani, sulla loro capacità di spesa e sulla fiducia nel futuro. Non solo. Il Censis ha previsto proprio ieri un’impennata di vendite di seconde case che trascineranno giù i prezzi immobiliari dal 20 al 50%: un vero e proprio crollo, che avrebbe effetti devastanti sul settore edilizio e sui già malati bilanci di banche ed assicurazioni, che dovranno accusare minusvalenze che si aggiungeranno alle sofferenze provocate dai titoli più o meno tossici.
Comincia a farsi strada la convinzione che, a forza di caricarlo di pesi, il povero mulo italiano stia per tirare le cuoia, mentre sugli stimoli alla crescita si continua fare “melina”, proponendo piani e riforme che avranno effetti miracolosi, ma stando ben attenti a fissare al 2020 il momento in cui arriveranno questi frutti. 
Altro dato che ieri ha spaventato i mercati è stato il crollo che in Spagna sta colpendo il sistema bancario e di conseguenza la borsa. Ieri l’indice spagnolo IBEX35 ha interamente annullato il rimbalzo del giorno precedente e fornito un nuovo segnale ribassista, che lo spinge verso i minimi del 2009, che ormai distano una manciata di punti percentuali.
Ciliegina marcia sulla torta rancida è poi arrivato anche il calo, non drammatico ma significativo, degli indici americani, che accusano il colpo di alcune trimestrali deludenti da parte di importanti big tecnologici (Intel, IBM).
La giornata odierna si presenta quindi come piuttosto difficile da interpretare e magari costellata di altre trappole.
L’invito alla cautela ed alla diffidenza sembra perciò il miglior modo per concludere il commento.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.     >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<