Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Il Banchetto delle Locuste
05/04/2012 08:18

Gli indici europei ieri hanno vissuto un’altra terribile giornata di questa settimana di Passione, accentuando e generalizzando l’intonazione ribassista, che inizialmente interessava soltanto i mercati spagnolo ed italiano. La caduta dei listini è stata dappertutto superiore al 2%, con conferme ribassiste di grande rilievo. A dispetto del panico europeo Wall Street partecipa alle sofferenze della Settimana Santa in modo assai più contenuto. Pur chiudendo la giornata in calo, l’indice SP500 riesce a rimbalzare dai minimi di seduta quando arriva in vista del supporto di area 1.390 e si mantiene aggrappato a 1.400, con buone possibilità di arrivare a Pasqua col trend rialzista intatto, anche in ottica di breve termine.
Questa divergenza di salute, che sembra aver mandato in soffitta l’antica correlazione nei comportamenti di America ed Europa, non è una novità. L’abbiamo sottolineata già nei giorni scorsi. Dato che però anche dall’Asia stanno arrivando segnali di cedimento del trend rialzista di breve, essa rivela in modo chiaro che il toro resta presente solamente nelle praterie americane, mentre altrove si è rintanato nella stalla a riposare.
Riuscirà l’America, pervicacemente, a mantenersi ottimista a dispetto di tutti gli altri mercati?
E’ un problema che sarà risolto la prossima settimana, dato che oggi credo che dovremmo assistere ad una giornata di attesa e di rinvio delle decisioni al dopo Pasqua.
Ci sono possibilità che anche l’Europa tenti almeno il rimbalzo tecnico, dato che dappertutto e soprattutto in Italia e Spagna si vedono eccessi ribassisti di breve periodo piuttosto rilevanti.
Al di là dell’eventuale rimbalzo odierno, i mercati segnalano in modo chiaro che in Europa non c’è possibilità di respirare. Appena finita (sarebbe meglio dire rinviata di qualche mese) la battaglia per “salvare” la Grecia, i difensori dell’eurozona sono ora alle prese col dramma spagnolo ed italiano. Non avevo dubbi che sarebbe successo, ma mi aspettavo ancora qualche giorno di tregua.
Invece lo sciame delle grandi banche d’affari e dei Fondi Hedge, vere e proprie locuste dell’economia mondiale, è talmente affamato ed ha a disposizione mascelle talmente potenti, grazie alla liquidità gratis che le banche centrali continuano a fornire, che sembra voglia fin da subito ricominciare a banchettare. Dopo aver fatto scorpacciate di insalata greca, sembra ora volersi abbuffare di Paella spagnola e sta adocchiando gli spaghetti italiani.
Basta guardare lo spread rispetto al bund, che dal 20 marzo si è rialzato di un’ottantina di punti base, sia in Italia che in Spagna. Il pretesto ieri è stata la deludente asta di titoli di stato spagnoli, che ha ripresentato rendimenti in rialzo, dopo l’illusione della discesa dei mesi scorsi.
Non resta che attendere il decorso della malattia al capezzale dei grandi malati d’Europa, con la triste consapevolezza che i medici continuano a sbagliare ricetta ed aggravano la cartella clinica, provocando recessione con le misure di austerità imposte dal Fiscal compact. La recessione diminuisce i gettiti fiscali ed appesantisce il rapporto debito/PIL e richiede nuove misure di austerità, nel vortice senza fine dell’impoverimento nazionale.
Nei prossimi giorni, dopo la manovra presentata nei giorni scorsi dalla Spagna, sarà la volta dell’Italia, che dovrà annunciare l’impossibilità di raggiungere gli obiettivi che Monti sta sbandierando in tutto il mondo.
Allora saranno altre tasse per lo stremato popolo italiano, che già si sta allarmando per dover pagare l’IMU a giugno senza saper dove trovare i soldi. La flagellazione continuerà, in attesa della crocefissione finale.
Nel frattempo i giornali ci presentano il vero volto di quei partiti che hanno fatto della “diversità” la loro bandiera.
Mi chiedo quanto questo paese riuscirà a resistere e quando arriverà l’agognata Risurrezione.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.     >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<