Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Il Ministro della Recessione
30/03/2012 15:25

Ieri è stata la giornata in cui la Spagna ha dovuto affrontare la protesta popolare contro la nuova e severissima manovra economica (si parla di 30-35 miliardi di euro da recuperare) che le regole europee del Fiscal Compact hanno imposto al premier Rajoy. A casa nostra la gravità della situazione economica è stata riconosciuta anche dal tecnicissimo ministro Passera, che finalmente è sceso da Marte ed ha smesso di parlare di crescita debole, cambiando ufficialmente la targhetta sulla porta del suo ufficio: non più Ministero dello Sviluppo, ma Ministero della Recessione. La quale, udite, udite, potrebbe durare tutto l’anno. Davvero?
Meno male che abbiamo i tecnici al governo, perché altrimenti avremmo scoperto la recessione solo all’inizio della ripresa. In effetti il playboy che ha preceduto Monti utilizzava proprio questo trucco per potersi dedicare alle escort ed alle simpatiche amicizie russe invece che ai problemi dell’economia italiana.
I mercati europei si sono improvvisamente svegliati dal torpore ed hanno assestato una botta rialzista allo spread ed una ribassista agli indici azionari, rendendo quanto mai anacronistiche le parole di Monti del giorno precedente sulla fiducia ritrovata del nostro paese e sull’interesse degli investitori asiatici ad investire in Italia. A giudicare dal -3,30% messo a segno dal nostro FTSE-MIB (peggior risultato della giornata) sembra che per ora i soldi dall’Italia stiano uscendo.
Tecnicamente la sventola ribassista sui mercati europei ha girato al ribasso il trend di breve sia del tedesco DAX, che ha infranto 6.908, che del nostro indice delle blue chip italiane.
Il FTSE-MIB ha sfondato con decisione il forte supporto di 16.150, su cui da febbraio aveva rimbalzato ben 5 volte.
Quando vengono superati livelli così importanti, che altre volte avevano resistito alla pressione ribassista, non è mai casuale, per cui possiamo certificare che il trend di breve, che per qualche settimana era laterale, ora è diventato senza dubbio ribassista.
Il momentaneo rimbalzo odierno, dovuto in parte all’ennesimo gioco di prestigio degli euro-burocrati, che hanno deliberato il potenziamento del fondo salva-stati senza cacciare neppure un euro aggiuntivo,  ha un compito proibitivo. Se non riuscirà a riportare il FTSE-MIB ben al di sopra di 16.150, effettuando un recupero che avrebbe del prodigioso, dovrà essere interpretato come semplice pull back incapace di evitare che anche la barra settimanale chiuda sotto il supporto sfondato ieri a livello giornaliero.
Il segnale ribassista risulterebbe così ulteriormente potenziato.
Resta un solo dubbio interpretativo.
Gli indici americani si sono mostrati ancora una volta ben più solidi di quelli europei e ieri hanno recuperato dai minimi fino a chiudere in sostanziale pareggio ed evitare il segnale ribassista.
Siccome non è possibile che gli USA continuino a salire mentre l’Europa è destinata a scendere, oggi e la prossima settimana il mercato dovrà individuare chi sta sbagliando e convincerlo ad adeguarsi.
Ovviamente i rialzisti che non hanno ancora venduto sperano che sia Wall Street a prendere per i capelli gli indici europei e riportarli al rialzo, costringendoli a negare il chiaro segnale ribassista.
Chi invece si fida dell’analisi dei grafici è portato a ritenere che sarà l’America a fornire, in ritardo, quel segnale di inversione ribassista che i frettolosi indici europei hanno già consegnato a chi interpreta i grafici.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.     >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<