Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Aggrappati ai Massimi
25/01/2012 09:21

Ieri i mercati hanno digerito abbastanza bene le incertezze provenienti dallo stallo delle trattative anti-default con la Grecia, dall’ennesima riunione interlocutoria dei ministri finanziari UE e dalla nota del FMI che, senza peli sulla lingua, ha affermato che l’Italia, per quanto si sforzi, non ce la potrà fare da sola a salvarsi dal baratro. Si tratta di una serie di notizie che a novembre o dicembre avrebbero spinto le borse europee al ribasso di 2-3 punti percentuali.
Invece ieri lo sbandamento dei mercati si è ridimensionato nel finale di seduta, quando gli USA hanno accentuato il recupero, ed il nostro FTSE-MIB ha addirittura chiuso in frazionale rialzo.
E’ l’ulteriore prova che i mercati azionari continuano a beneficiare dell’inerzia rialzista accumulata col rally partito prima di Natale. Il sentiment prevalente è ora decisamente quello rialzista, dopo che gli operatori hanno preso atto di un certo risveglio di fine anno da parte della ripresa USA, come hanno mostrato gli indicatori macroeconomici. A fine settimana avremo la prima lettura del PIL del 4° trimestre, previsto dagli esperti al tasso annualizzato del +3,1%, assai più del dal +1,8% del 3° trimestre. In questi giorni i rialzisti guardano alle molte trimestrali di società americane e confidano che ancora una volta la maggioranza superi le stime. L’accoppiata PIL-utili societari potrebbe facilmente portare l’indice SP500 alla battaglia con i massimi dello scorso anno, a 1.370 punti, che ormai distano meno di una manciata di punti percentuali. Basta solo che riesca a superare la trendline discendente generata dai due massimi discendenti del 2 maggio e del 7 luglio dello scorso anno.
Il traino USA spiega bene il motivo per cui le brutte notizie europee riescono solo a fermare la corsa degli indici di Eurolandia in prossimità delle loro resistenze (6.430 per il Dax tedesco e 16.155 per il nostro FTSE-MIB), ma non a farli arretrare in modo significativo.
Operativamente perciò occorre essere pronti a sfruttare indicazioni rialziste che dovessero venire oggi, ma senza anticiparle. Comprare su una resistenza spesso comporta, oltre il danno subito nella successiva correzione, anche la beffa di aver comprato sui massimi.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

I CORSI DI TRADING A DOMICILIO

 

             IMPARA IL TRADING DA CASA 

Il nuovo percorso con 9 Webinar e 22 ore di formazione online per imparare da casa tua a fare il trading online con sodisfazione. Il primo Webinar è GRATIS.

                Clicca qui per saperne di più