Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

LA SERIE B E' MEGLIO?
16/01/2012 16:27

Venerdì scorso, nel pomeriggio, i mercati azionari sono tornati a scendere come non si vedeva da qualche tempo. E’sembrato che sentissero il cambio del vento, fattosi improvvisamente più gelido. Quasi che subodorassero ciò che è arrivato più tardi: il consistente e diffuso taglio dei rating sui debiti di molti stati europei da parte di Standard & Poor’s.
I PIIGS sono stati generalmente tagliati di uno o due livelli: il nostro paese è passato dal giudizio “A” al decisamente meno lusinghiero “BBB+”, con outlook ancora negativo e possibilità di ulteriori futuri tagli, qualora la recessione si facesse più consistente e prolungata.
Anche la Francia e l’Austria hanno perso la loro tripla A e sono state retrocesse ad AA+. In area Euro solo la Germania, la Finlandia, l’Olanda e il Lussemburgo fanno ancora parte della ormai ristretta cerchia dei “tripla A”, che identifica il massimo merito di credito.
La scelta di S&P, attesa, ma non nell’entità, appare veramente spietata e si temeva che oggi facesse sentire conseguenze pesanti sui mercati finanziari.
Infatti, non solo spinge ad ulteriori peggioramenti di rating con la Germania, ma provocherà ulteriori declassamenti nei rating delle banche, già in grande difficoltà a trovare finanziamenti. Punirà anche il merito di credito del fondo salva-stati ESFS, che ha un rating legato a quello dei paesi che lo garantiscono e, dulcis in fundo, spingerà molti fondi che per statuto possono detenere obbligazioni con rating “A” a vendere i titoli di stato italici.
Insomma: la mossa di S&P colpisce gli sforzi per trovare accordi per salvare l’unità dell’Europa e la sua moneta, incentivando i mercati a forzare una frattura in Europa tra i pochi paesi ancora ritenuti virtuosi e gli altri su cui si è abbattuta la scure della sfiducia. Se i fondi hedge americani e la speculazione delle grandi banche d’affari USA puntava a spaccare l’Europa e spingere la Germania ed i suoi pochi vassalli del rigore ad abbandonare il mediterraneo al suo destino, uscendo dall’euro per creare una nuova super-moneta, la decisione di S&P fornisce un appiglio ufficiale alla manovra e un appoggio nemmeno tanto indiretto alle scorribande anti-euro della grande speculazione.
Però oggi non è successo nulla. Anzi, i mercati azionari stanno tenendo piuttosto bene ed anche il temuto spread BTP-Bund, dopo essere schizzato nelle prime battute odierne oltre 510 punti, è poi retrocesso sui valori intorno a 480 di venerdì scorso, come se il taglio del rating non ci fosse stato.
I motivi di questa indifferenza possono essere vari. Da un lato c’è il fatto che mai un taglio di rating è stato annunciato come questa volta, per cui si è ripetuto il copione che seguì il taglio di rating agli USA: il mercato se ne è sostanzialmente infischiato, poiché se lo attendeva.
D’altro lato la festività che oggi ricorre negli USA, con tutti gli operatori americani a fare il ponte, ha favorito l’understatement sui mercati per l’assenza di molti operatori.
Credo pertanto che la prudenza sia d’obbligo. Una tenuta con volumi ridotti potrebbe risultare una vittoria di Pirro ed essere smentita domani se dagli USA arriveranno vendite copiose sui titoli bancari europei. Anziché esultare non sarebbe poi così sbagliato prepararsi fin da oggi al ritorno delle difficoltà sui mercati, che il rally di dicembre sembrava aver in parte accantonato.
La speculazione domani finirà le vacanze e potrebbe tornare a suonare una melodia anti-euro. A ballare sarebbe in tal caso sempre il nostro paese.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.   Prova 1 mese GRATIS!

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  Prova 1 mese GRATIS!

In più avrai la possibilità di partecipare ai Webinar (almeno 2 al mese) riservati agli iscritti a GOLD e GAP.