Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Guai ad Abbassare la Guardia
11/11/2011 16:49

Il mondo si affida alle mani del Professor Mario Monti come farebbe un malato grave a quelle del solo chirurgo in grado di salvargli la vita.
Non sto esagerando. Quel che abbiamo visto mercoledì sul mercato obbligazionario è il sintomo di una gravissima malattia che ha colpito il nostro paese. Si chiama sfiducia e, per chi deve tirare a avanti con un fardello impressionante di debito da rifinanziare praticamente quasi ogni settimana, è un gravissima malattia che potrebbe portare rapidamente al default se non si interviene chirurgicamente.
Mercoledì nessuno voleva comprare i nostri titoli pubblici, il Tesoro ha fatto molta fatica a piazzare persino i BOT a breve termine e senza l’intervento della BCE chissà a che livello sarebbero arrivati i rendimenti.
Ieri la risolutezza con cui San Napolitano ha messo da parte un po’ di formalismi democratici per designare il futuro premier ancora prima che il precedente abbia dato le dimissioni, ha ridimensionato un po’ lo spread, ed oggi la speranza che Berlusconi, per una volta, si comporti da statista prendendosi la responsabilità di appoggiare senza riserve il suo successore, hanno ulteriormente ridotto il differenziale col Bund intorno ai 460 punti base, mentre il rendimento sul decennale si è riportato di circa mezzo punto al di sotto della soglia da allarme rosso del 7%.
I mercati scommettono sull’avvio rapido del nuovo governo, dimostrando effettivamente che quando affermavo che le dimissioni di Berlusconi valevano almeno 100 punti base di spread, non mi stavo sbagliando.
Ora però la cosa peggiore che si potrebbe fare sarebbe abbassare la guardia.
Continuiamo ad essere nel mirino come prima. Parecchie posizioni ribassiste sul nostro mercato obbligazionario e su quello azionario si stanno chiudendo. Ma chi ci sorveglia è pronto a bastonarci nuovamente se Monti verrà imbrigliato dai veti incrociati dei due maggiori partiti o, addirittura partisse senza l’appoggio convinto di qualcuna delle maggiori forze politiche.
Il fatto che Lega e Di Pietro stiano all’opposizione per i mercati è più un bene che un male.
Quel che conta sono i tre maggiori partiti (PD, PDL e Terzo Polo). A loro spetta l’occasione di essere ricordati per aver contribuito a salvare il nostro paese oppure essere ritenuti responsabili del suo definitivo affossamento.
Perché deve essere chiaro che se Monti fallisce l’esito sarà questo.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

I CORSI DI TRADING A DOMICILIO

 

             IMPARA IL TRADING DA CASA 

Il nuovo percorso con 9 Webinar e 22 ore di formazione online per imparare da casa tua a fare il trading online con sodisfazione. Il primo Webinar è GRATIS.

                Clicca qui per saperne di più