Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

MASSIMO E NUVOLE
12/02/2024 10:00

I principali indici mondiali hanno realizzato una nuova settimana rialzista. Per i più direttamente beneficiati delle magnifiche 6 società della tecnologia USA, cioè gli americani SP500 e Nasdaq100, che hanno entrambi innalzato più volte l’asticella del loro salto in alto, si è trattato della quinta settimana consecutiva, dopo la pausa della settimana iniziale del 2024. Fa ancor più impressione guardare le ultime 15 settimane succedutesi da fine ottobre in poi: per entrambi gli indici ben 14 sono state positive ed una sola, appunto la prima del 2024, è stata negativa.

Così possiamo misurare che l’estensione della gamba rialzista di rialzo, praticamente senza correzioni degne di tal nome, dal minimo di fine ottobre 2023 a venerdì scorso, è stata di 910 punti per SP500 (+22,1%) e di 3.853 punti per Nasdaq100 (+27,3%).

Un vigore rialzista che ha contagiato anche l’Europa, che dopo aver effettuato una correzione ben evidente dal 16 dicembre al 17 gennaio, è tornata da tre settimane a salire a passo di carica, ritoccando più volte con Eurostoxx50, se non il suo antico massimo storico, che risale al 7.3.2000, almeno elevati massimi risalenti al 2001.

L’euforia USA, ma forse ancor più gli stimoli e le manipolazioni del mercato attuate con il fondo sovrano da parte del governo, hanno resuscitato persino gli indici cinesi con una settimana corta, ma di forte rimbalzo, prima di chiudere i battenti fino alla prossima settimana, per il Capodanno cinese.

Finché la barca va, lasciala andare, recita il noto proverbio. Però sarebbe bene considerare che questa euforica scalata al cielo vien fatta passando attraverso nuvole di vario aspetto e dislocazione, che imporrebbero un po’ di cautela.

La geopolitica ne presenta parecchie: a cominciare dallo scenario mediorientale, dove Israele, ostaggio di Netanyhau, ha rifiutato la tregua richiesta anche dagli USA e non ne vuol sapere di interrompere la carneficina di palestinesi. Anzi, sta per avviare l’ultima fase più cruenta della vendetta, pur di annientare Hamas. Oltre un milione di civili, in maggioranza minorenni, sono schiacciati tra l’esercito israeliano e il confine con l’Egitto, senza cibo né aiuti sanitari, in attesa che arrivi il missile o la bomba che li strazierà. Un genocidio perpetrato rivendicando il diritto alla vendetta, pretendendo che la morte di 1.200 ebrei, ignobilmente massacrati da Hamas il 7 ottobre, debba essere pareggiata solo uccidendo 50 o 100 volte tanti civili palestinesi, in gran parte donne e bambini.

I mercati ignorano le guerre che avvengono in trasferta, cioè fuori dagli USA, lo sappiamo.

Ma questa carneficina rischia di allargare il conflitto e farlo diventare mondiale, se anche l’Iran decidesse di entrare direttamente in guerra.

Più a lungo termine lo spettro di una elezione USA che, come hanno efficacemente definito i media americani, contrapponga “un delinquente ed un deficiente” dovrebbe destare più di una blanda copertura delle rispettive gaffe. Invece per ora i mercati vedono questo evento ancora troppo lontano per preoccuparsene.

Nel breve dovrebbero indurre a cautela anche le divergenze ribassiste che i grafici propongono, oltre alla scarsa partecipazione che sta alimentando questa ultima prosecuzione di rialzo, dove sono più i titoli di SP500 a segnare nuovi minimi a 52 settimane di quanti non siano quelli che segnano nuovi massimi.

Infine, le small cap, rappresentate dall’indice Russell2000, sono ancora negative da inizio anno e risentono poco della narrazione euforica sui prodigi dell’intelligenza artificiale, ma parecchio dei rendimenti che la scorsa settimana hanno continuato a risalire su tutta la curva americana, ma anche su quella europea.

Sono tutti segnali di cautela, che il mercato ignora, ma che non potrà continuare a fare per tanto altro tempo, dopo il superamento delle barriere storiche e psicologiche effettuato grazie a un pugno di monopolisti (o quasi) del settore tecnologico.

Si può salire a candela tante volte e per un po’ di tempo. Ma non sempre e per sempre.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno ANALISI sui principai indici, analisi e INDICAZIONI operative sul AZIONI di ITALIA, USA e su ETF-ETC quotati.   Prova 1 mese GRATIS!

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su ETF-ETC e AZIONI di ITALIA  e USA  Prova 1 mese GRATIS!

In più avrai la possibilità di partecipare ai Webinar FOCUS mensili di approfondimento, riservati agli iscritti a GOLD e GAP.