Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

IN ATTESA DI RIALZO FED E ANTI-SPREAD BCE
15/06/2022 08:45

Non sono bastate neppure 4 pesanti sedute ribassiste consecutive del principale indice azionario USA SP500 (5 per l’indice delle principali società dell’Eurozona Eurostoxx50) per arrestare l’emorragia aperta sui mercati finanziari dall’uno-due assetato la scorsa settimana dalla deludente riunione BCE e dall’ancor più deludente nuovo record raggiunto dall’inflazione americana. Il disorientamento degli operatori deriva soprattutto dal timore che la FED sia rimasta spiazzata come loro e come gli analisti dal balzo dei prezzi al consumo USA in maggio, che gli analisti prevedevano in calo. I prezzi dei futures sui tassi incorporano ora una probabilità del 98% che stasera la FED reagisca al sorprendente balzo dell’inflazione aumentando ulteriormente la sua aggressività, ed alzi i tassi ufficiali addirittura di 3 quarti di punto percentuale in un colpo solo, portandoli fino alla forbice compresa tra 1,50% e 1,75%, anziché limitarsi al doppio scalino da mezzo punto, come si pensava fino a mercoledì scorso. Infatti, mercoledì scorso, prima della brutta performance della BCE e del dato sull’inflazione USA, le probabilità fornite dai futures sui tassi erano al 98% per un rialzo da due scalini e solo del 2% a favore di un rialzo più aggressivo.

Sta in questo formidabile voltafaccia la spiegazione del panico che ha assalito gli operatori e che neppure ieri ha smesso di crescere, producendo, nonostante il tentativo di rimbalzo iniziale, un’altra seduta negativa sia su SP500 che sugli indici europei.

La velocità della discesa è meno eclatante di quella che si è vista nelle sedute precedenti, ma il segno negativo ha caratterizzato i saldi quotidiani di quasi tutti i principali indici occidentali: Eurostoxx50 ha chiuso con -0,78%, che ha mediato performance comprese tra il -1,43% dello spagnolo Ibex ed il -0,32% dell’italiano FtseMib, il migliore (anzi, il meno peggio) d’Europa dopo le legnate dei giorni precedenti.

In USA SP500 ha chiuso in ribasso di -0,38%, come il Russell2000 delle small cap, ma per una volta si è distinto il Nasdaq100, unico segno positivo in occidente (+0,21%), su cui è tornato qualche acquisto speculativo. Per vedere movimenti rialzisti bisogna volgere lo sguardo alla Cina, dove gli indici anche ieri hanno brillato (Shanghai +1,02%).

I rendimenti obbligazionari in occidente hanno continuato a salire, come gli spread. Quello dell’Italia è arrivato a 242 punti e quello della Grecia ha toccato i 300.

E’ chiaro che il movimento ribassista sui mercati ha raggiunto eccessi significativi e probabilmente ha scontato tutte le notizie peggiori di breve termine. Ma fino a stasera incombe il meeting FED, che potrebbe confermare le fosche previsioni (ormai scontate). Sarei molto sorpreso se la Fed fosse ancora più aggressiva del molto (troppo?) già incorporato nei prezzi.

Non escludo affatto che la FED possa mostrare nervi più saldi di quelli che hanno fatto vedere gli operatori nelle ultime sedute. Se così fosse la sorpresa positiva potrebbe scatenare un forte rimbalzo.

Nel contesto europeo in aiuto non da poco potrebbe essere fornito dalla toppa che la BCE potrebbe mettere al flop comunicativo di giovedì scorso. È stata convocata per stamattina una riunione straordinaria del consiglio BCE per parlare dello scudo anti-spread. Se alle parole seguisse un accordo concreto sarebbe manna dal cielo per l’obbligazionario di Italia e Grecia e darebbe una spinta anche all’azionario.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.   Prova 1 mese GRATIS!

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  Prova 1 mese GRATIS!

In più avrai la possibilità di partecipare ai Webinar (almeno 2 al mese) riservati agli iscritti a GOLD e GAP.