Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

ANCORA UNA SPINTA PRIMA DELLA VERA PAUSA
31/03/2022 09:00

Le speranze di un improvviso scoppio della pace, dopo che le truppe russe da qualche giorno si stanno ritirando dal fronte nord della guerra d’Ucraina, per concentrarsi nel Donbass e intorno a Mariupol, hanno trovato mercati molto propensi a coltivarle, nei primi giorni della settimana. Un aiuto (insperato o pilotato?) all’industria del risparmio gestito, che potrà presentare ai clienti, spaventati dalla guerra, dei rendiconti trimestrali assai meno negativi di quel che temevano un paio di settimane fa.

Gli indici azionari, soprattutto quelli americani, hanno esteso il rimbalzo fino a generare modelli di inversione rialzista che fanno pensare nuovamente al ritorno futuro ai massimi storici, abbandonati nei primi giorni di quest’anno.

L’euforia delle ultime sedute ha permesso il raggiungimento di livelli di ipercomprato abbondanti sui grafici orari, per l’indice SP500, per il tecnologico Nasdaq100. Da martedì è arrivato all’ipercomprato anche Eurostoxx50.

Non deve dunque sorprendere più di tanto la battuta d’arresto accusata ieri, in seguito alla gelata degli entusiasmi da parte di Putin, che ha dichiarato di non vedere ancora passi sostanziali per un accordo che porti al cessate il fuoco generalizzato. Anche perché gli americani, che non vogliono che la guerra finisca presto, continuano a seminare diffidenza tra gli alleati ed ipotizzano che la ritirata di parte dell’esercito russo non sia strategica e definitiva, ma solo tattica, per guadagnare qualche giorno per riposare le truppe ed integrarle con forze fresche ed armamenti nuovi, in sostituzione dei molti andati distrutti o catturati dalla resistenza ucraina.

Così ieri si è vista la classica seduta di correzione degli eccessi. In Europa Eurostoxx50 ha passato in negativo tutta la giornata, perdendo alla fine -1,07%. Negativi tutti i principali indici locali. Il peggiore è stato il Dax tedesco (-1,44%), mentre il migliore è stato l’italiano FtseMib (solo -0,03%).

Il calo di Eurostoxx50, sebbene superiore al punto percentuale, ha comunque restituito solo un terzo circa di quel che aveva guadagnato la seduta precedente.

In USA l’indice principale SP500 ha accusato un calo di -0,63%, mentre Nasdaq100 ha perso qualcosa di più (-1,10%).

Questi cali vanno considerati come fisiologici e, nella misura in cui faranno uscire dall’ipercomprato di breve termine gli indicatori di eccesso, possiamo anche considerarli utili. Infatti, se non avremo rotture decise del primo supporto chiave, che è a quota 4.545 di SP500, non muta per ora l’ipotesi che questo rimbalzo possa riservare nelle prossime sedute ancora una spinta verso l’alto, fino a quota 4.700 punti circa di SP500.

A quel punto la microstruttura rialzista completerà l’onda 3 e verrà un calo più significativo, in grado di portare l’indice USA dalle parti di 4.450.

Le vicende ucraine potranno guastare questa road map? Forse. Perciò occorre sempre rimanere flessibili e pronti a cambiare idea.

Quando la cambia il mercato, non prima.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

VUOI FARE TRADING CON SODDISFAZIONE?

IMPARA IL TRADING DA CASA:  9 Webinar in diretta e differita per imparare a fare bene il trading online. Il primo webinar è gratis.

FARE TRADING CON LE OBBLIGAZIONI: 2 Webinar in diretta e differita per capire il mondo delle obbligazion per l’investimento ed il trading .

APRI LA PORTA A FUTURES ED OPZIONI: 2 Webinar in diretta e differita per imparare ad utilizzare nel tuo trading gli strumenti finanziari derivati.

                                           SCOPRILI QUI