Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

CHE DIREBBE UN MARZIANO?
02/02/2022 09:00

Penso che il classico marziano, che fosse atterrato sul nostro pianeta il 24 gennaio, cioè poco più di una settimana fa, per cercare di capire come i terrestri operano sui mercati finanziari, ora avrebbe la sensazione di trovarsi al cospetto con una gabbia di matti.

Solo 7 sedute fa il terrore per i rialzi dei tassi da parte della FED e la paura per lo scoppio della ennesima guerra mondiale tra NATO e Russia terremotavano i listini. Tre sedute fa furono raggiunti dall’indice più importante di tutti, l’americano SP500, livelli di eccesso ribassista visti solo a febbraio e marzo del 2020, quando scoppiò la pandemia.

Oggi, a guardare quel che gli indici azionari occidentali hanno recuperato in tre sole sedute, viene quasi da pensare che il clima sia passato di colpo dall’inverno del panico, all’estate dell’euforia.

L’indice SP500, tornato a quota 4.546 (+0,69%), ha realizzato tre brucianti sedute di rimbalzo, che hanno recuperato già più del 50% del calo tra il massimo ed il minimo di gennaio. La media mobile a 200 sedute, che ha fatto da resistenza per qualche giorno, dopo essere stata violata al ribasso il 21 gennaio, è stata elegantemente rimessa sotto ed ora torna a fare da supporto, mentre l’indice si sta dirigendo a testare le due successive resistenze: la media a 50 sedute, che ora è a 4.586 e il ritracciamento del 61,8% di Fibonacci, che è in area 4.600.

L’indicatore di forza RSI(14) sul grafico giornaliero è tornato in perfetto equilibrio, a quota 50, e segnala il ritorno della tranquillità, mentre il medesimo indicatore, applicato sul grafico orario, è passato, dal profondo eccesso ribassista del 24 gennaio, alla condizione opposta di eccesso di rialzo, mostrata nell’ultima ora della seduta di ieri, quando è stato superato il livello di 70, oltre cui si entra nella condizione di ipercomprato.

Il marziano allora si aspetta che sia completamente mutato il quadro economico e geopolitico della settimana precedente. Negativo. Non ci sono segnali di mutamento delle intenzioni della FED, non ci sono segnali di “Descalation” (parola dominante ora nelle dichiarazioni dei leader politici) sul fronte caldo del confine ucraino.

È il segno evidente che i mercati sono completamente autoreferenziali e seguono le logiche irrazionali dell’emotività di massa.

Il marziano allora capisce che gli umani usano i giornali finanziari per trovare a posteriori una logica che giustifichi i comportamenti dei mercati, che dia una parvenza di razionalità economica a comportamenti che sono puramente emotivi. Per questo i giornali finanziari continuano a cercare nell’ultimo indicatore macroeconomico pubblicato o nella dichiarazione di qualche banchiere centrale la causa dei movimenti degli indici impazziti.

Il marziano tornerà nella sua galassia a raccontare che gli umani sono strani individui.

A noi, che cerchiamo di individuare le tendenze più probabili, senza pretendere che siano anche razionali, non resta che prendere atto di quel che fanno gli indici. SP500, che attira a sé tutti gli altri (non quelli asiatici, ancora chiusi per il Capodanno cinese), è ormai al limite del punto di inversione rialzista. Se supererà anche la media mobile a 50 sedute, decreterà la fine non ortodossa dell’onda (4) e ci comunicherà di essere entrato nell’onda rialzista 1 di (5), che lo avvicinerà ancora un po’ al massimo storico.

Solo un cambio repentino di umore, che dovesse seguire le prese di beneficio che questa settimana mi stupirei se non arrivassero, potrebbe mantenere in vita la possibilità di un nuovo tuffo ribassista per completare in modo ortodosso l’onda (4), con un nuovo test dei minimi di gennaio.

Se capiterà, scommetto che i giornali riutilizzeranno la paura dei tassi FED e della guerra mondiale, cioè i temi che gli indici in questi giorni mostrano di snobbare alla grande, per motivare il ribasso.

Già. I giornali finanziari non capiscono. Non sono marziani.  

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.   Prova 1 mese GRATIS!

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  Prova 1 mese GRATIS!

In più avrai la possibilità di partecipare ai Webinar (almeno 2 al mese) riservati agli iscritti a GOLD e GAP.