Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

PRIMA IL RINGRAZIAMENTO, POI IL RALLY
25/11/2021 09:00

Si è praticamente già conclusa ieri la settimana borsistica americana, quella più corta dell’anno al di fuori delle festività natalizie.

Ricorre infatti ogni anno in USA, l’ultimo giovedì di novembre, la assai sentita Festa del Ringraziamento, la ricorrenza che riunisce le famiglie a pranzo attorno al tradizionale tacchino ripieno al forno. Le borse americane rimarranno perciò chiuse. Questa Festa prevede inoltre un’appendice il giorno seguente, considerato semi-festivo, in cui le borse aprono solo al mattino con orario ridotto. La giornata è dedicata all’avvio ufficiale della corsa agli acquisti natalizi da parte del popolo dei consumatori americani. I centri commerciali diventano il principale obiettivo, in quello che è stato chiamato “Black Friday”, per dare la caccia ai tradizionali super-sconti concessi dai commercianti per attirare clienti all’inizio della stagione natalizia. L’importanza di questa “corsa” all’acquisto è tale che anche i mercati finanziari la analizzano con attenzione come un indicatore efficace per stimare gli utili dell’ultimo trimestre di tutti i settori e l’andamento del PIL. Da un po’ di anni si è affermata l’abitudine di dilatare a 5 giorni il “momento Black Friday”. Si parte già il giovedì, subito dopo la festa al tacchino, e si continua imperterriti fino al lunedì successivo, chiamato Cyber Monday perché in quel giorno si concentrano le offerte di prodotti tecnologici.

Lo scorso anno il Black Friday è stato condizionato dalla pandemia, che ha costretto alla chiusura alcuni centri commerciali e limitato gli accessi negli altri, ma in compenso si è registrata l’esplosione degli acquisti online, con sommo gaudio per Amazon e sommo stress per i suoi corrieri, che hanno dovuto fare i salti mortali per effettuare le consegne nei tempi programmati.

Pertanto, oggi i mercati europei non avranno la solita guida di Wall Street e dovranno aggiustarsi da soli. I listini d’Europa vengono da una pessima serie. Anche ieri Eurostoxx50 ha chiuso la seduta in negativo (-0,18%), per la sesta giornata consecutiva. È dai giorni dello scoppio della pandemia (marzo 2020) che non si vedeva più una serie di 6 sedute negative. Allora peraltro furono di entità incomparabilmente peggiore.

Volendo, anche questa circostanza ci mostra un certo eccesso ribassista di breve, come ci rivelano anche gli indicatori di momentum sul grafico orario.

La negatività europea ieri ha raggiunto il suo culmine appena prima dell’apertura di Wall Street, quando l’indice che rappresenta l’Eurolandia azionaria è arrivato a perdere circa un punto percentuale e ad interessare l’area di supporto di 4.250, dove ci sono i massimi di inizio settembre, che per parecchie settimane rimasero il massimo annuale, per trasformarsi in supporto dopo il loro superamento del 1° novembre. Curiosamente, ma non troppo, da quelle parti ieri passava anche la media mobile esponenziale a 50 sedute, che l’indice ha immediatamente sentito, riuscendo a rimbalzare con una certa convinzione, aiutato anche da Wall Street, dove SP500 ha aperto in ribasso, testando immediatamente l’area 4.660, per poi rimbalzare con vigore.

Sarà la media mobile, saranno gli indicatori di eccesso in ipervenduto di brevissimo termine, sarà il traino di Wall Street, oppure tutte e tre le cose insieme, sta di fatto che il rimbalzo ha preso corpo e la chiusura europea si è abbastanza allontanata dai minimi, conservando solo un piccolo segno negativo e facendo sperare in una estensione odierna del rimbalzo dall’ipervenduto.

SP500 ha anticipato i festeggiamenti odierni con l’estensione del rimbalzo per il resto della seduta ed una chiusura positiva al di sopra della soglia psicologica dei 4.700 punti (4701,5, +0,23%). In questo recupero ci vedo qualche scommessa che lunedì si possa gioire per i primi dati su acquisti record nei centri commerciali, a testimoniare il ritorno al normale consumismo, come se la pandemia fosse ormai acqua passata.

Oggi, perciò, l’Europa dovrebbe estendere il suo recupero. Magari anche domani, con Wall Street a mezzo servizio, ma tradizionalmente positiva dopo la Festa del Ringraziamento.

Poi, a partire da lunedì, vedremo se c’è abbastanza ottimismo per ripartire fin da subito alla conquista di quota 4.800 da parte di SP500.

 

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.   Prova 1 mese GRATIS!

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  Prova 1 mese GRATIS!

In più avrai la possibilità di partecipare ai Webinar (almeno 2 al mese) riservati agli iscritti a GOLD e GAP.