Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

TORNA WALL STREET CON LE ALI BASSE
08/09/2021 08:15

Nel commento di ieri ho speso molte parole a mettere in guardia dalle illusioni dei rialzi senza l’America, invitando a non dare troppo peso al rialzo europeo di lunedì, perché alla riapertura di Wall Street i mercati europei avrebbero rimesso il guinzaglio e sarebbero tornati a seguire gli indici americani. Così è puntualmente avvenuto e ieri, appena si è percepito che in USA non avrebbe tirato aria di baldoria, gli indici europei hanno preso la via del ribasso e restituito molto del guadagno di lunedì, quando mostrarono un attacco di euforia piuttosto strano in assenza di Wall Street.

La seduta è così terminata in rosso di circa mezzo punto percentuale per Eurostoxx50 e Dax tedesco; qualcosa di più per l’italiano FtseMib; qualcosa di meno per il Cac francese, mentre l’indice spagnolo ha chiuso in controtendenza con un rialzo appena visibile. Con questo comportamento Eurostoxx50 evidenzia sul grafico una sorta di possibile doppio massimo. E’ un segnale di inversione che al momento non è ancora scattato. Lo sarà solo alla rottura ribassista di 4.183. In tal caso dovrà essere ascoltato, poiché è stato preceduto da divergenze ribassiste confermate dal calo di ieri.

A SP500 non è bastato il ponte festivo per digerire il brutto dato sul mercato del lavoro di venerdì scorso. Dopo un’apertura in pari ha subito ricominciato a scendere, tornando a testare l’area 4.515, che ieri ho presentato come supporto chiave. Che lo fosse lo ha dimostrato il minimo di seduta a 4.513, dove gli acquirenti di debolezza si sono rifatti sotto ed hanno sostenuto l’indice , facendogli chiudere la seduta al di sopra del supporto (a 4.520, -0,34%). Hanno segnato il passo anche gli altri indici di Wall Street, ad eccezione del Nasdaq100, piuttosto forte nelle ultime settimane, che è riuscito a terminare lievemente in positivo.

Le incertezze americane sembrano dovute soprattutto alla fisiologica necessità di prendere fiato, dopo le sgroppate del toro che durano da oltre 7 mesi, in un contesto che non può continuare in eterno ad ignorare l’inflazione che cresce. Perciò ieri si è rivisto qualche timore di cambiamento della politica monetaria della FED in senso restrittivo. Timori che si sono scaricati sui rendimenti dei Treasury Bond. Quelli sul decennale hanno messo a segno un deciso recupero e sono tornati sui massimi di agosto, dalle parti del 1,38%.

La catena delle correlazioni, ha provocato così il rafforzamento del dollaro e la discesa dei prezzi di quasi tutte le materie prime, quasi sempre penalizzate dalla forza della valuta americana.

In questo contesto un viaggio a ritroso a testare il supporto era il minimo che si potesse pretendere dall’azionario.

Però il supporto per ora ha tenuto, pur senza stimolare un rimbalzo clamoroso. La decisione direzionale verrà presa forse oggi. Potrà esserci un nuovo attacco di debolezza, magari in grado di sfondare il supporto, comunicandoci il probabile inizio dell’onda (4) correttiva. Oppure la strenua difesa potrebbe riuscire anche oggi, e produrre un rimbalzo convinto che riporti l’indice dalle parti del massimo storico, per tentare di estendere ancora l’onda rialzista (3) fino al suo obiettivo di 4.600 punti.

Quel che capiterà su SP500 dovrebbe condizionare enormemente il movimento degli indici europei, destinati a seguire le giravolte del padrone americano.

Nessuno sa che cosa frulli in testa al mercato azionario USA in questa fase, che è ancora rialzista, ma con evidenti divergenze. Conviene aspettare che l’indice faccia la sua mossa, perché sappiamo che, in base alla scelta direzionale che verrà fatta in questi giorni, noi potremo ipotizzare obiettivi e percorso per il resto del mese di settembre, anche per gli indici europei.

Scusate se è poco.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

VUOI FARE TRADING CON SODDISFAZIONE?

IMPARA IL TRADING DA CASA:  9 Webinar in diretta e differita per imparare a fare bene il trading online. Il primo webinar è gratis.

FARE TRADING CON LE OBBLIGAZIONI: 2 Webinar in diretta e differita per capire il mondo delle obbligazion per l’investimento ed il trading .

APRI LA PORTA A FUTURES ED OPZIONI: 2 Webinar in diretta e differita per imparare ad utilizzare nel tuo trading gli strumenti finanziari derivati.

                                           SCOPRILI QUI