Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

CORREZIONE APPENA COMINCIATA... O GIA' FINITA?
21/04/2021 09:00

Non eravamo più abituati a vedere sugli indici europei i numeri che abbiamo visto ieri: -1,98% per  Eurostoxx50, ma addirittura -2,44% per l’italiano FtseMib e -2,89% per lo spagnolo Ibex, che si è rimangiato ben più di quel che aveva guadagnato il giorno prima.

Per ricordare un calo così pesante sull’indice delle 50 blue chips europee bisogna infatti andare indietro con la memoria al 29 gennaio scorso, al culmine della correzione che partì dopo il saccheggio di Capitol Hill da parte dei seguaci di Trump nel giorno dell’Epifania.

Sembra passato un secolo, ma sono solo meno di 3 mesi, che i mercati azionari hanno vissuto con un rally rialzista da capogiro. Hanno accumulato tante tossine, che prima o poi dovevano essere smaltite. La correzione doveva arrivare e non c’è dubbio che ieri si sia imposta alla vista anche di chi pensa sempre positivo.

Hanno corretto per il secondo giorno consecutivo anche gli indici americani, ma con maggior compostezza di quelli europei. I principali indici USA hanno infatti fermato il calo di giornata con ribassi inferiori al punto percentuale, con la sola eccezione dell’indice delle small cap Russell2000, che ha perso come Eurostoxx50.

E’ abbastanza naturale che chi ha accumulato eccessi più forti li debba smaltire con un calo più forte. Abbiamo notato già lunedì scorso che alla fine della scorsa settimana Eurostoxx50 arrivava a segnare un eccesso rialzista che non si vedeva da oltre 21 anni, mentre l’indice americano era anch’esso in ipercomprato, ma su livelli già visti lo scorso anno più di una volta. Erano livelli da cui partirono correzioni evidenti, ma non terribili. Pertanto avremmo dovuto stupirci se anche ieri Eurostoxx50 fosse riuscito a mantenere la barra dritta, mentre Wall Street effettuava la sua correzione.

Tutto normale dunque? Fino a prova contraria sì.

In questi giorni sta avvenendo quella correzione che avevamo anticipato ed a cui eravamo preparati.

Possiamo confermare quella che ieri ho presentato come ipotesi maggiormente probabile, cioè che su SP500, che guida il resto dell’azionario mondiale, si è conclusa sul massimo storico di venerdì scorso l’onda 3 rialzista di breve periodo all’interno dell’onda (3) di medio periodo.

Ora stiamo assistendo allo sviluppo dell’onda 4 di breve periodo. Essa dovrebbe essere correttiva e scomporsi in 3 movimenti. Dovremmo aver completato ieri il primo, chiamato onda A, che ha già raggiunto il primo supporto di area 4.120 (minimi del 14 aprile) e lo ha mantenuto. Infatti l’indice USA ha fatto un doppio minimo intraday a 4.419 ed è rimbalzato, andando a chiudere la seduta a 4.135. Questo rimbalzo pare l’inizio dell’onda B, che dovrebbe recuperare parte (ma solo parte) del calo dei primi due giorni della settimana e lasciare spazio all’ultima onda di affondo ribassista, l’onda C, che dovrebbe quantomeno tornare a testare quel supporto o magari anche romperlo per portare l’indice sul successivo, che attende in area 4.065-4.070. Mi aspetto che più in basso non si scenda.

A quel punto il programma di viaggio prevede un nuovo forte impulso rialzista, cioè l’onda 5 di breve periodo, che andrà anche a concludere l’onda (3) di medio periodo. Quest’ultimo giro rialzista della giostra di breve periodo è previsto per la fine del mese e proseguirà per buona parte del mese di maggio. Avrà obiettivi ambiziosi, compresi tra 4.400 e 4.600 punti. Dipende da dove inizierà l’onda 5 e che estensione vorrà avere. Adesso è un po’ presto per essere precisi.

Questa è la road map di base, cioè quella che ritengo più probabile.

Lo scenario alternativo non dimentica che le onde 3, se vogliono stupire, lo fanno sempre nella direzione del trend. Ipotizza perciò che addirittura quel che abbiamo visto, cioè il doppio minimo intraday a 4.119 punti, abbia già addirittura completato il movimento terminale (onda C) di tutta l’onda 4. Il rimbalzo nella parte finale di ieri sera sarebbe perciò già l’inizio dell’onda 5. In questo caso l’indice non dovrebbe più tornare sul supporto di 4.120 ma dovrebbe risalire con decisione fino a riavvicinare parecchio il massimo storico, quindi fare un lieve ritracciamento e ripartire con il terzo movimento dell’onda 5, quello più impulsivo, che stupirà almeno come ha stupito il rally da 3.950 del 30 marzo a 4.191del 16 aprile.

Questo secondo scenario, per ora lo ritengo meno probabile.

Quel che ritengo invece assai improbabile è che la discesa di questa onda 4 prosegua più in basso del supporto di 4.065. Il contesto è troppo rialzista per consentire in simile scenario.

Però non dimentichiamo mai che l’umore di fondo può comunque sempre essere guastato da eventi imprevisti. A costo di annoiare ribadisco che non ho la sfera di cristallo e che le ipotesi che descrivo vanno sempre inserite in un contesto probabilistico. Annoiare è meglio che vendere ipotesi per certezze.

Le certezze il mercato non ce le consegna mai in anticipo, ma sempre il giorno dopo.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.   Prova 1 mese GRATIS!

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  Prova 1 mese GRATIS!

In più avrai la possibilità di partecipare ai Webinar (almeno 2 al mese) riservati agli iscritti a GOLD e GAP.