Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

LA GIORNATA DEGLI AUTOGOAL
11/09/2020 09:00

La giornata di ieri si è avviata in Europa positivamente, con gli indici che hanno cercato in mattinata di consolidare ed estendere il rialzo del giorno precedente, nell’attesa, e con la speranza, che Wall Street decidesse di proseguire anch’essa il recupero del giorno prima, seguito alla sventola di 3 mazzate ribassiste consecutive.

Tutto sembrava procedere per il meglio fino a quando la Presidente BCE Lagarde ha cominciato la sua conferenza stampa e mostrato quanto deve ancora studiare prima di raggiungere il livello comunicativo del suo predecessore. Infatti anche stavolta Madama Cristina è riuscita a collezionare una serie di strafalcioni che debbono aver mandato in confusione le sale operative. Queste si attendevano parole accomodanti in risposta a quelle pronunciate due settimane fa da Powell, che avevano mandato il cambio Euro-dollaro alle stelle, fino a 1,20, e che solo il mini-crollo di Wall Street, che ha riesumato il ruolo di bene rifugio per il dollaro, negli ultimi giorni era riuscito a ridimensionare un po’, fino a 1,18.

I mercati europei sono molto preoccupati della ritrovata forza dell’euro, che penalizza la competitività delle imprese europee ed importa deflazione ed attendevano da Lagarde qualche parola che indebolisse l’euro.

Ebbene. Non solo Lagarde non ha reagito a Powell, limitandosi ad affermare che anche la BCE sta studiando la revisione della sua politica monetaria, ma ha avuto un atteggiamento “negazionista” sull’andamento dei prezzi in Europa. Ha affermato che l’inflazione per il resto dell’anno sarà negativa, ma non ha porterà deflazione. Qualcuno le spieghi, per cortesia, che l’inflazione negativa si chiama deflazione. Ha attribuito una parte di responsabilità all’euro rafforzato, ma ha subito affermato che il controllo dell’andamento del cambio non è tra gli obiettivi della BCE.

Risultato. In pochi minuti il cambio EUR/USD è passato da 1,184 a 1,192. Un bell’autogoal, che ha comportato la salita dei future azionari USA e la discesa degli indici europei.

Comunque le parole strambe di Lagarde sono state presto dimenticate e l’euro un’ora dopo l’apertura americana è tornato al punto di partenza. Ma questo non è servito a rianimare gli indici europei, rimasti a chiudere la seduta in negativo, anche perché il motivo del calo dell’euro (o del rafforzamento del dollaro, se preferite) è che SP500 nelle prime battute ha ripetuto il massimo del giorno precedente, ma non è riuscito a superarlo. Sono così riapparse le vendite, specialmente sui tecnologici, che continuano a soffrire la compensazione ribassista dello sfrenato rally estivo. Perciò SP500 ha ripreso la via del ribasso, che la campanella di fine seduta ha poi arrestato appena 10 punti sopra il minimo di lunedì scorso, sul livello di 3.339 (-1,76%, ma peggio ha fatto il Nasdaq100, -2,12%). I capitali in uscita dall’azionario hanno di nuovo trovato nella liquidità a breve in dollari il porto sicuro per attendere che la correzione finisca.

Se vogliamo un colpevole alla nuova batosta dell’azionario USA, dato che ieri non ci sono stati dati economici clamorosamente negativi, dobbiamo volgere lo sguardo ad un altro autogoal, questo ad opera di Trump, che in realtà è di qualche mese fa, e solo ieri ha cominciato ad essere divulgato. Si dà il caso che la vanagloria del Presidente mattatore qualche mese fa gli abbia giocato un brutto scherzo, spingendolo a raccontare una serie di cose compromettenti al mitico giornalista Bob WoodWard, quello che da giovane, nel 1974, vinse il premio Pulitzer per lo scoop che rivelò lo scandalo Watergate e causò le dimissioni del Presidente Nixon. Woodward ha opportunamente registrato queste pepite verbali e le ha tenute nel taschino per qualche mese. Vengono rivelate solo ora che sta per uscire il suo nuovo libro dall’eloquente titolo “Rage” (in italiano “Rabbia”), che diventerà immediatamente il bestseller dell’anno, gli renderà un bel pacco di milioni di dollari e magari un altro Pulitzer. Cito brevemente quel che per ora è stato anticipato, ma nei prossimi giorni non mi stupirei se uscisse altro.

- La rivelazione che gli USA hanno una nuova potentissima arma nucleare segreta (segreta finché Trump è stato zitto), che non mancherà di suscitare reazioni in Russia e Cina, ma credo anche in Europa.

- L’ammissione che nel 2017 era ad un passo dalla guerra con la Corea del Nord.

- Una serie di apprezzamenti offensivi nei confronti dei generali del Pentagono.

- Qualche frase razzista nei confronti dei neri.

- Lascio per ultimo l’autogoal peggiore: l’ammissione (ai primi di febbraio!) che sapeva da giorni della pericolosità del virus, tanto da ammettere “questa è roba mortale, molto più dell’influenza”. Eppure nei mesi successivi ha sempre minimizzato, ed il 19 marzo ha ripetuto a Woodward “L’ho minimizzato e lo farò ancora. Non voglio creare il panico”.

Ce n’è abbastanza, a mio parere, per rivelare anche ad un bel numero dei suoi aficionados la vera natura di Trump. Un uomo privo di sentimenti ed accecato dalla vanità.

Questo libro potrebbe essere la pistola fumante che risolverà a suo danno le elezioni e Trump potrebbe così diventare il secondo trofeo presidenziale di Woodward.

Sappiamo infatti che gli Dei rendono cieco colui che vogliono perdere. Sempre che non decidano di accecare anche l’intero popolo americano.

Mi sa che questo tema ci accompagnerà per un po’.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.     >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<