Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

...PRECIPITEVOLISSIMEVOLMENTE
04/09/2020 09:15

Anche stavolta mi sono guadagnato i galloni di “vecchio gufo”, dopo aver chiamato la correzione dei mercati azionari negli ultimi due commenti. Correzione che ieri si è presentata sugli indici americani ed ai nostri occhi, con un capitombolo a cui in estate abbiamo perso l’abitudine. SP500 ha lasciato ieri sul terreno ben 135 punti (-3,51%), atterrando in chiusura a 3.455 e toccando un minimo a 3.427. Anche peggio è successo alla tecnologia che, dopo aver deliziato i trader da lockdown con oltre 5 mesi di rialzo esagerato, ieri è caduta preda di simultanee e cospicue prese di profitto. Il Nasdaq100 ha perso -5,23% e tra i peggiori titoli di giornata troviamo proprio i furbacchioni dello split, Apple (-8%) e Tesla (-9%), e delle IPO euforiche, Zoom (-10%).

Drastiche prese di beneficio che hanno tagliato fuori gli ultimi arrivati, mandando qualcuno dall’euforia al panico, e in un solo giorno hanno bruciato le precedenti 6 sedute di rialzo di entrambi gli indici.  

Siccome un po’ dappertutto, ma in Italia soprattutto, è sempre il termometro la causa della febbre, chissà quanti lettori esuberanti, che magari in agosto si sono lanciati a comprare a più non posso Apple e Tesla, fregandosene della forza di gravità e degli eccessi, ieri avranno maledetto le mie avvertenze dei giorni scorsi, a cui non hanno voluto credere. Spero però che ci sia anche qualcuno che le abbia apprezzate e  magari sia riuscito a preservare il capitale, chiudendo qualche posizione troppo esuberante, in modo da poter usare una piccola parte dei soldi messi in salvo per abbonarsi alle mie newsletter, che danno anche la possibilità di partecipare a webinar settimanali dedicati agli abbonati. Chiedo perdono per il piccolo spot pubblicitario.

Torniamo alla correzione e proviamo a rispondere a qualche domanda, che certamente attanaglia la mente degli osservatori.

La meno importante è quella forse più gettonata. Che cosa è successo ieri perché si verificasse quel che nei giorni precedenti neanche le notizie più brutte erano state in grado di provocare?

La risposta, disarmante, è: assolutamente nulla. Nessun dato particolarmente sorprendente. Anzi, sui giornali c’era la notizia, in teoria molto positiva, che Trump comincerà la distribuzione di vaccini anti-Covid a fine ottobre, in tempo per farsi rieleggere per acclamazione popolare come salvatore della Patria. Eppure ieri sono arrivate le violente prese di profitto.

La nostra mente non accetta che i fatti di borsa non abbiano nulla a che vedere con i fatti dell’economia reale. Invece è proprio questo quel che succede.

Sui mercati i fenomeni di trend euforico hanno la stessa dinamica delle esondazioni. L’acqua può salire di livello anche per molto tempo senza che succeda nulla. Ma quando la pressione supera la capacità di resistenza degli argini, ecco che arriva l’esondazione, improvvisa, che si porta via tutto.

La cosa strana è che la nostra percezione emotiva dei fenomeni di mercato è opposta a quella che abbiamo quando vediamo salire il livello dell’acqua di un fiume. Nel primo caso siamo presi da euforia e pensiamo che più si sale, più si dovrà ancora salire. Nel caso del fiume, invece, più l’acqua sale, più veniamo presi da ansia e timore di esondazione. Questo stato d’animo permette spesso di evacuare in tempo le zone esondabili e ridurre i danni dell’alluvione, almeno alle persone. Sui mercati invece le correzioni dei trend euforici colgono sempre di sorpresa gli investitori, che sono assaliti più dalla paura di non partecipare al rialzo futuro che da quella di rimanere invischiati nel ribasso. Con la conseguenza che, invariabilmente, il mercato si riprende gran parte o tutto quel che il rialzo precedente ha virtualmente regalato agli investitori che ora restano invischiati.

Succede sempre e temo che succederà ancora.

Un’altra domanda a cui cercherei di rispondere è: possiamo dire che la correzione è iniziata, oppure si tratta di un momento di follia destinato ad assorbirsi in poche sedute?

Credo che si tratterà di una correzione di alcune settimane, dato che il movimento che l’ha generata è certamente impulsivo ed ha rotto il supporto che avevo indicato come decisivo per individuarne l’avvio: quel 3.493 dell’indice SP500 che ieri, poco dopo le 17, è stato penetrato come il burro.

E’ possibile che il mercato oggi tenti un rimbalzo, e sarà importante osservarne il comportamento se quel livello verrà riavvicinato dal basso. Dovrebbe fermarlo, costituendo ora resistenza. Se ciò non avvenisse, allora la correzione potrebbe essere digerita in fretta. Personalmente penso però più probabile che oltre quel livello per un po’ il mercato non riesca a tornare.

Il primo obiettivo del ribasso di breve lo posizionerei dalle parti di 3.360, dove c’è un buon supporto che potrebbe suscitare un rimbalzo più ampio. Siccome le correzioni normalmente si compongono di tre onde, dopo il rimbalzo mi aspetto un’altra ondata ribassista a completare il movimento correttivo. Poi il Toro tornerà dalle vacanze settembrine e ricomincerà a galoppare.

Ne parleremo. Per ora osserviamo come si sviluppa la prima onda impulsiva correttiva.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.     >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<