Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

LA SINDROME DORANDO PIETRI
22/05/2020 09:00

Se dovessi limitarmi a descrivere quel che ieri i mercati ci hanno voluto dire, il commento odierno sarebbe molto stringato, poiché non è arrivato alcun segnale di entusiasmo. L’attacco da parte del capobranco dei mercati azionari, cioè l’indice americano SP500, alla fatidica resistenza di quota 3.000, pur rimanendo, come ho scritto ieri, “nell’ordine delle cose”, non si è materializzato. Possiamo dare la colpa alle incertezze provenienti dall’Asia, che hanno ammosciato anche gli indici europei, oppure al fatto che il tentativo quotidiano di aggiungere qualche punto ai massimi primaverili è fallito sul nascere, nella prima ora delle contrattazioni di Wall Street, quando SP500 è riuscito a portarsi a meno di 3 punti dal massimo realizzato il giorno precedente, ma non oltre, accendendo così la spia rossa della scarsità di carburante. Sta di fatto che i venditori non hanno atteso oltre a prendere beneficio, spingendo l’indice fino al di sotto del minimo del giorno precedente.

A prima vista potremmo pensare che non siano i pochi punti persi nella seduta di ieri (23 punti, cioè -0.78%, che di questi tempi è una piccola variazione) a cambiare le carte in tavola, e pertanto l’appuntamento con la media mobile a 200 sedute e con quota 3.000 sia solo rinviato ad oggi.

Però, ad un’analisi più attenta, dobbiamo osservare che la candela di ieri ha ricoperto del tutto in direzione ribassista quella del giorno precedente e che la rottura del minimo del giorno precedente ha interrotto una serie di 5 minimi giornalieri crescenti consecutivi. E, siccome non c’è due senza tre, la chiusura dell’indice ieri sera lo ha riportato al di sotto del famoso massimo del 29 aprile, facendolo ritornare all’interno del trading range da cui era sembrato voler uscire al rialzo mercoledì scorso. Si tratta perciò della negazione del segnale di forza inviato il giorno prima.

Questi tre segnali, presi individualmente, non sono particolarmente preoccupanti, ma messi insieme inducono ad immaginare il campione degli indici azionari mondiali come un maratoneta, giunto a pochi metri dal traguardo, che barcolla, incespica e fa una gran fatica ad avanzare, rischiando ad ogni passo di stramazzare al suolo.

Ricordate il mitico Dorando Pietri, che alle Olimpiadi del 1908 visse questa drammatica difficoltà e venne aiutato ad attraversare il traguardo dalla pietà dei giudici?

Ebbene, ho l’impressione che oggi SP500 abbia bisogno anch’esso dell’intervento dei giudici. Potranno essere le mani sante della task force che interviene ogni tanto a pilotare i mercati, o qualche dichiarazione o promessa eclatante da parte di Trump o di Powell. Qualcosa dovrà arrivare, altrimenti il traguardo dei 3.000 punti può diventare una chimera.

Del resto in Asia neanche oggi si respira un’aria piacevole, con tutti gli indici in calo, qualcuno anche significativo. Shanghai viaggia quasi a -2%, dopo che il presidente Xi ha dichiarato che per colpa dell’incertezza economica non verranno più fissati quest’anno obiettivi di crescita. Inoltre il Governo cinese ha fatto sapere di voler varare nuove misure repressive nella città-stato di Hong Kong, in risposta alla ripresa delle proteste. La borsa di Hong Kong l’ha presa molto male e perde addirittura oltre il -5%.

Dato che la mattinata europea tenderà ad essere negativa, e dato che anche il petrolio, dopo una galoppata di oltre un mese, oggi sembra voler correggere con decisione, occorrerà proprio un aiutino pomeridiano straordinario a Wall Street per noni rovinare con un ampio ribasso una settimana che nei primi giorni pareva trionfante.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.     >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<