Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

WALL STREET FINGE IL CALO, MA SI PENTE
15/05/2020 09:15

La giornata del mercato azionario americano, ieri, ci doveva far capire se le idee degli investitori, assai confuse da alcune settimane di altalena, si sarebbero trasformate in un movimento direzionale ribassista, oppure se il massimo della negatività possibile in questo periodo non sarebbe comunque bastato ad infrangere il bordo inferiore del trading range (2.800 – 2.950) che da circa 3 settimane contiene il principale indice USA SP500.

La risposta c’è stata, ma il mercato, come spesso succede, per risponderci ha scelto la via più oscura e densa di trabocchetti che potesse immaginare.

Dopo un inizio di giornata che gli indici europei hanno passato in ribasso, dovendo, fin dall’apertura, adeguarsi alla brutta reazione che il giorno precedente l’indice USA ha avuto alle parole di Powell, c’era ieri attesa per il dato settimanale sui nuovi sussidi di disoccupazione, in uscita alle 14,30 e per come avrebbe aperto Wall Street. Il dato sui nuovi disoccupati è stato ancora alto, quasi 3 milioni, contro attese di 2,5. Inoltre in un’intervista televisiva Trump è tornato ad attaccare i cinesi ipotizzando di nuovo provvedimenti da ripresa della guerra commerciale.

Questo mix non poteva piacere e l’indice USA è andato ad aprire in deciso calo, toccando nella prima mezz’ora il minimo a 2.766 punti, quindi ben al di sotto dei 2.800, già infranti, ma poi recuperati, il giorno precedente. Superfluo ricordare che gli indici europei sono precipitati agli inferi, con perdite superiori al -3%. Ma, come spesso succede in questa era dei mercati pilotati più che mai, invece della debacle definitiva, ecco che alle 16 è partito un rimbalzo violento quanto immotivato. A meno che si voglia tirare fuori la teoria complottista della task force patriottica, istituita molti anni fa dal Presidente George W. Bush, e costituita dalle grandi banche d’affari americane, che ha il compito di intervenire pesantemente per pilotare il mercato e tirare fuori le castagne dal fuoco quando Wall Street sembra in procinto di avvitarsi.

Sta di fatto che l’inversione di marcia è riuscita a far recuperare qualcosa ai mercati europei, che hanno chiuso con ribassi entro il -2% circa, ma soprattutto a riportare ben al di sopra di quota 2.800 l’indice SP500, che è andato addirittura poi a chiudere in positivo la seduta a 2.852 (+1,15%), con un prodigioso recupero del 3% dai minimi iniziali.

Morale della favola: ieri la falsa rottura del supporto di 2.800 ci ha detto che i compratori sono ancora in grado di difendere gli indici dalle zampate di un orso che sembra non avere più la fame di febbraio e marzo.

Perciò il rientro nel trading range potrebbe tonificare il mercato esattamente come ci si sente al rientro in casa dopo una passeggiata nel parco in questa fase di lockdown. Anche se c’è stato il contatto pericoloso con il corona-bear, la mascherina protettiva delle fantomatiche “mani sante” pare essere riuscita a proteggere il mercato azionario americano e fornisce fiducia al resto del mondo per una chiusura di settimana che dovrebbe essere in recupero.

E’ ovvio che il rientro nella lateralità costituisce uno scampato pericolo, una prova di tenuta dei nervi degli operatori, ma non una manifestazione di forza. Per vedere questa occorrerà che SP500 torni a testare il bordo superiore del trading range a 2.950, e questa volta riesca a superarlo. Non credo che tutto ciò possa essere fatto oggi. Pertanto la settimana dovrebbe chiudersi con un saldo negativo rispetto alla precedente. Ma lontano dai minimi settimanali.

Se così andrà i rialzisti potrebbero trovare altro coraggio e provare anche nella prossima a compiere l’impresa di estendere il recupero oltre i massimi di aprile. Se ci riusciranno, lo vedremo.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.     >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<