Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

LE NOTIZIE FRENANO, MA I RUMOR SPINGONO
17/04/2020 09:15

Forse in questi giorni stiamo osservando la maggior divergenza tra la gravità della recessione, che ci viene descritta dai dati economici e dalle trimestrali in arrivo, e l’euforia degli operatori dei mercati azionari, man mano che prosegue il recupero dai minimi del 23 marzo.

In realtà ieri gli indici occidentali non si sono mossi molto. Anzi, hanno realizzato una delle sedute più tranquille da quando il virus ha occupato la scena. Quasi tutti hanno avuto una giornata lievemente positiva, ma non sufficiente a tornare sui massimi di questo mese, realizzati martedì scorso. Fa eccezione l’indice tecnologico Nasdaq100, che ha fatto +1,93% e rotto i massimi di martedì.

La notizia però è che il dilagare della pandemia e le conferme di forte recessione che arrivano quotidianamente non riescono a scalfire più di tanto la speranza di rapida ripartenza economica che i mercati sembrano nutrire da qualche settimana.

Ieri le brutte notizie non sono mancate: a partire dal numero dei decessi per coronavirus in Europa ed in USA, che continua a salire esponenzialmente, per proseguire con le trimestrali bancarie, che presentano univocamente cali di utili nel primo trimestre 2020 molto consistenti. Dal mercato  del lavoro è arrivata la notizia che le richieste continuative di sussidi di disoccupazione in USA sono lievitate a quasi 12 milioni, il doppio dei momenti peggiori del 2009. Anche l’edilizia segna il masso con un calo del -22% nell’apertura di nuovi cantieri a marzo. Per concludere con l’indice della FED di Philadelfia, che misura la produzione manifatturiera, e ieri ha segnato un valore per marzo a  -56,6 contro il -12,7 del mese precedente e le stime degli analisti che si aspettavano -30. Si tratta del peggior dato da quando è nata la serie storica, cioè dal 1970.

Ma gli indici hanno tenuto, smentendo il segnale ribassista del giorno precedente, che avrebbe potuto dare il pretesto per cospicue prese di profitto. Invece niente da fare.

Anzi. A mercati chiusi, nella serata americana, Trump ha provato, come al solito, a soffiare sul fuoco dell’entusiasmo, annunciando un piano volontario per la riapertura rapida della vita sociale e produttiva. Non ha varato un decreto federale, ma ha lasciato ai singoli stati la patata bollente di decidere quando e come riaprire, incitandoli però a muoversi molto, molto rapidamente.

Ad alimentare l’euforia notturna si sono aggiunte anche voci su un farmaco miracoloso somministrato negli ospedali di Chicago, che farebbe meraviglie sui malati più gravi.

Nella notte è arrivato il dato sul PIL cinese nel primo trimestre 2020, che ha presentato una caduta del -6,8% annualizzato, la prima della sua storia recente, ma ad alimentare la speranza nel futuro, anche il calo inferiore alle attese della produzione industriale di marzo, sempre in Cina  (-1,1% contro attese di -7,3%).

Così i mercati asiatici sono tutti saliti con un certo vigore, accompagnati dai futures americani, che sono andati a superare i massimi del mese e procedono verso l’obiettivo di area 2.900.

Una buona mattinata europea è garantita, poi si vedrà nel pomeriggio se il rumor del farmaco miracoloso sarà confermato.

La settimana si dovrebbe comunque chiudere, per gli indici USA, e probabilmente anche per quelli europei, in rialzo rispetto a quella precedente e l’obiettivo di 2.900 per SP500 potrebbe essere raggiunto.

Soprattutto se arriveranno altri rumor a nascondere le macerie dell’economia reale.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.     >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<