Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

PIOVONO SOLDI. I MERCATI RIPRENDONO IL RIMBALZO
07/04/2020 09:00

Il week-end sembra aver convinto i mercati a voltare pagina ed a provare ad estendere il rimbalzo dai minimi di marzo oltre i primi obiettivi.

La grinta rialzista di ieri, che viene dopo una settimana correttiva, è stata oltremodo significativa: SP500 +7,03%, Nasdaq100 +7,35%, Eurostoxx50 +4,99%, Dax +5,74% e Ftse-Mib ultimo della fila ma comunque con +3,10%.

Diciamo subito che non si può trovare facilmente un motivo dietro la vampata ottimista di ieri. Qualcuno la attribuisce al traino del rimbalzo del petrolio, che però ieri è un po’ arretrato dai valori di venerdì scorso, a causa delle non facili trattative per tagliare la produzione mondiale, il che ha costretto a rinviare a giovedì il vertice OPEC che dovrebbe ufficializzare l’accordo tra Arabia e Russia sotto l’egida di Donald Trump. Al quale però i russi chiedono di dare il suo contributo ai tagli, dato che oggi gli USA sono diventati uno dei maggiori produttori al mondo e non possono solo approfittare dei sacrifici altrui.

Altri vedono come causa di ottimismo un’apparente minor aggressività del virus nel week-end, che ha consentito a Italia e Spagna di iniziare la fase di ripiegamento delle curve e soprattutto un po’ di respiro ai loro sistemi sanitari. Va detto però che l’inversione di tendenza della curva dei contagi nel nostro paese sta procedendo, ma ad un ritmo decisamente più lento di quello che si vide in Cina, forse anche a causa della crescita dei tamponi effettuati negli ultimi giorni, che ovviamente permettono di scoprire più contagiati. Il fatto che il calo prosegua è un buon segno dal punto di vista della direzione, poiché ci dice che siamo sulla strada buona. Ma il fatto che emergano ancora molti contagiati dovrebbe frenare gli entusiasmi, poiché è evidente che, con cifre intorno ai 2.000 nuovi casi scoperti al giorno, pensare di togliere i divieti dopo Pasqua sa di enorme azzardo. Occorrerebbe vedere numeri scendere a valori intorno al centinaio di nuovi casi quotidiani, per pensare di riaprire le porte agli italiani. E lo si dovrebbe fare con grandi misure di precauzione: non tutti insieme ma scaglionati in modo graduale, obbligo di distanziamento e di mascherina e guanti. Insomma, la luce in fondo al tunnel si vede, ma è ancora piccolina, il che significa che il tunnel è ancora lungo.

Sarà molto importante quel che vedremo nel resto della settimana, poiché nei prossimi giorni scadranno le due settimane dall’ultima cartuccia sparata dal nostro governo, cioè il provvedimento del 23 marzo, quando furono bloccate tutte le attività non essenziali su tutto il territorio nazionale.   Dovremo assistere ad un drastico calo dei nuovi contagi, altrimenti significa che gli arresti domiciliari proseguiranno per un altro po’.

Altri attribuiscono il cambiamento di umore ai provvedimenti sempre più corposi che i vari governi mettono in campo. Ad esempio, in attesa che la UE batta un colpo, il nostro Governo ieri ha varato un’altra  grandinata di miliardi di stanziamento per fornire liquidità al sistema Italia. I 400 miliardi di prestiti garantiti dallo Stato si aggiungono ai 350 già varati in precedenza e portano la manovra alla dimensione mostruosa del 42% del nostro PIL!!!!

Certamente non si bada a spese. Bisognerà vedere dove si andranno a prendere i soldi, dato che dalla UE la sensazione è che gli Eurobond oggi non arriveranno affatto. Si troverà probabilmente l’accordo sull’erogazione da parte del MES di una cifra pari al 2% del PIL agli stati che lo chiederanno, con l’unico vincolo che vengano usati per combattere il virus.

Inoltre la BEI dovrebbe erogare 200 miliardi di prestiti alle imprese in difficoltà e la Commissione mettere un altro pacchetto da 200 miliardi con il programma SURE, annunciato la scorsa settimana dalla Von der Leyen. Ovviamente queste sono cifre erogate a livello europeo.

Se le cose saranno così, significherà che ogni stato dovrà trovare la maggior parte dei soldi che gli servono indebitandosi. Auguri a Gualtieri.

Comunque sia, ieri i mercati hanno deciso che si doveva effettuare una seconda gamba rialzista nella correzione iniziata il 23 marzo.

SP500, col balzo di ieri, ha superato il massimo della scorsa settimana e può estendere il recupero anche fino a quasi 2.800 punti prima di trovare un forte ostacolo, rappresentato dal 50% di ritracciamento del calo e dal passaggio nei prossimi giorni della media a 50 sedute e della banda superiore di Bollinger. Stiamo parlando di quasi 150 punti di ulteriore rialzo, che poco tempo fa poteva equivalere al movimento di un anno. Con la volatilità di questo mercato potrebbero bastare pochi giorni.

Eurostoxx50 è un po’ attardato, e deve ancora arrivare al massimo del 26 marzo scorso. Mancano circa 50 punti. Ma un conto è essere sopra la resistenza, come SP500, un altro è essere ancora sotto, come Eurostoxx50. Il nostro Ftse-Mib è ancora più indietro, poiché dista circa 800 punti dal suo massimo del rimbalzo (17.830 del 25 marzo scorso).

Perciò potrebbe anche succedere che Wall Street arrivi al secondo obiettivo, mentre l’Europa non riesca a superare il primo.

Anche stavolta constatiamo che l’habitat ideale per i rialzisti sta in America.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.   Prova 1 mese GRATIS!

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  Prova 1 mese GRATIS!

In più avrai la possibilità di partecipare ai Webinar (almeno 2 al mese) riservati agli iscritti a GOLD e GAP.