Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

ARRIVA ANCHE IL BREAKOUT EUROPEO
04/04/2019 08:45

Il momento magico dei mercati azionari non accenna a terminare e il lungo rialzo, che li vede impegnati da ormai oltre tre mesi, si trasforma in rally che mira a ricoprire anche l’ultimo tratto che manca per il ritorno sui livelli dello scorso settembre, che per gli indici americani significano massimi storici.

A spingere all’ottimismo senza freni è stata, anche ieri, la combinata Brexit-Dazi, due vicende che da molti mesi tengono i mercati col fiato sospeso e che ora, forse, potrebbero arrivare ad un epilogo favorevole.

Almeno, questo è quello su cui scommettono gli investitori.

La novità di ieri è stata la verve rialzista degli indici europei, che erano rimasti un pochino indietro sulla strada del recupero, rispetto a quelli americani e cinesi.

Infatti in USA e Cina i livelli massimi di marzo sono stati superati già lunedì scorso. Invece Eurostoxx50, probabilmente a causa di una correzione più marcata nella terza settimana di marzo, non era ancora riuscito, fino a ieri, a compiere il recupero. Ieri si è accodato ai più veloci e, approfittando di dati macro sugli indici PMI servizi dell’Eurozona migliori delle attese, ha scavalcato il massimo di marzo di 3.422 punti con una performance gagliarda (+1,17%). Anche il Dax tedesco ha tratto motivi di ottimismo ed ha scavalcato, addirittura con un gap, la resistenza di 11.845, chiudendo sui massimi a 11.954 (+1,70%) e proseguendo la marcia verso i livelli di fine settembre 2018, che restano comunque ancora abbastanza lontani a quota 12.458.

Ma l’indice migliore dell’Eurozona si conferma il nostro Ftse-Mib, che ieri, mettendo a segno un rialzo di +1,08%, non ha solo lasciato alle spalle i massimi di marzo, ma ha scavalcato addirittura il livello raggiunto a fine settembre 2018.

Faccio notare che nessuno tra i principali indici occidentali, né Eurostoxx50, né il Dax, né SP500 e neppure il mitico Nasdaq100  sono riusciti ancora a raggiungere i livelli del settembre scorso, mentre il nostro umile Ftse-Mib ieri li ha addirittura superati.

Per una volta possiamo andare fieri del comportamento del nostro indice, che magari non trova motivazione nell’andamento dell’economia reale, ma sui grafici merita comunque il primo gradino del podio in occidente in questa prima parte del 2019.

Speriamo che duri, anche se il mio solito istinto da gufo mi fa guardare lo spettacolo con molta perplessità. Ma, si sa, i mercati fanno sempre quel che vogliono ed il trader non deve mai mettersi contro un forte trend.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

VUOI FARE TRADING CON SODDISFAZIONE?

IMPARA IL TRADING DA CASA:  9 Webinar in diretta e differita per imparare a fare bene il trading online. Il primo webinar è gratis.

FARE TRADING CON LE OBBLIGAZIONI: 2 Webinar in diretta e differita per capire il mondo delle obbligazion per l’investimento ed il trading .

APRI LA PORTA A FUTURES ED OPZIONI: 2 Webinar in diretta e differita per imparare ad utilizzare nel tuo trading gli strumenti finanziari derivati.

                                           SCOPRILI QUI