Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

LO SCETTICISMO SPINGE WALL STREET
05/02/2019 08:45

L’inizio della prima settimana di febbraio ha presentato sugli indici USA un copione un po’ diverso da quello delle due precedenti. Invece che correggere subito gli strappi rialzisti del venerdì precedente, come era successo nella penultima e nell’ultima settimana di gennaio, sia SP500 che Nasdaq100 hanno proseguito l’avanzata, realizzando subito un nuovo massimo relativo. Il rialzo è stato graduale, ma convinto, per tutta la seduta e la marcia di avvicinamento agli ultimi ostacoli, da superare per togliere ogni dubbio agli ancora numerosi scettici, prosegue senza apparenti titubanze. Anzi, è forse la presenza di ancora molto scetticismo tra gli operatori, che non credono che possa essere cancellato così in fretta il segnale di inversione ribassista di lungo periodo consegnato in dicembre, a permettere all’azionario americano di salire. Infatti molti gestori, che si sono alleggeriti a dicembre e non hanno creduto subito alla possibilità di inversione a V (evento per la verità molto raro), sono ora costretti ad inseguire l’indice e a comprare senza fare troppe storie, per non rimanere indietro rispetto al benchmark. Questa corsa ad inseguimento alimenta flussi di acquisti che permettono agli indici di continuare il rimbalzo.

Il passo avanti di ieri (+0,68% per SP500 e +1,23% per Nasdaq100) ha portato i due indici USA principali a tentare la fuoriuscita rialzista oltre la banda superiore di Bollinger, mentre si sono confermati al di sopra della media mobile a 200 periodi ed hanno ridotto le distanze che li separano dai massimi del 3 dicembre scorso, che sono il livello discriminante da superare per decretare l’annullamento del segnale ribassista di dicembre ed ipotizzare il ritorno ai massimi assoluti.

Intanto anche il VIX si è portato leggermente sotto il livello di 16 e potrebbe oggi confermare la rottura del minimo che a novembre e dicembre aveva decretato la partenza delle due onde correttive in grado di rovinare la performance dei mercati azionari USA dell’intero anno 2018.

La baldanza americana non riesce a rianimare gli indici europei, scossi dalle brutte notizie di rallentamento congiunturale che sono arrivate la scorsa settimana e che hanno anche tramortito l’euro, respinto da quota 1,15 nei confronti del dollaro ed ora mestamente tornato nei pressi di 1,14. Il vigore degli indici americani riesce solo ad impedire affondi ribassisti all’azionario europeo, ma anche ieri Eurostoxx50, che lo rappresenta, ha segnato un mesto -0,2% e mostra una notevole fatica a rimanere sui livelli delle scorse settimane.

C’è da pensare che una minima correzione americana verrebbe probabilmente amplificata in Europa dalla debolezza del contesto nostrano, bene evidenziato dalla distanza che Eurostoxx50, ora a quota 3.165, ancora evidenzia rispetto alla media mobile a 200 sedute, che transita più in alto di 100 punti. Proprio quando SP500 invece l’ha già superata.

Tutta l’Europa in questo momento pare non avere carburante proprio. Può solo muoversi a rimorchio di Wall Street, e sperare che laggiù non si metta la retromarcia.

Il nostro Ftse-Mib, dopo la brutta seduta di venerdì scorso, in cui è stato la pecora nera d’Europa, ha cercato di stabilizzarsi e sul finale è anche riuscito a chiudere in leggera positività.

Ma la situazione resta delicata, con continue revisioni al ribasso sulla crescita del 2019, che arrivano ogni giorno da parte delle agenzie di analisi indipendenti. Intanto  il mediatore Conte, dopo aver consegnato lo scalpo di quota 100 a Salvini e quello del Reddito di Cittadinanza a Di Maio, sta faticando a tenere insieme i cocci di un governo che litiga su tutto il resto, dalla TAV al processo a Salvini e persino sul Venezuela.

____________________________________________________________________________________________________
BORSAPROF.IT s.a.s. di Pierluigi Gerbino & c. - P. Iva e C.F.: 02980970046
V. Torino 81 - 12048 Sommariva Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

Le nostre NEWSLETTER ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.     >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<