Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

PROVE CAUTE DI RIMBALZO
12/12/2018 08:45

Finalmente, dopo tanta sofferenza ribassista, anche l’Europa azionaria è riuscita ieri a portare a termine un tentativo di rimbalzo che sembra avere una possibilità di riuscita un po’ più alta dei precedenti.

Ad avviarlo è stato, come era ipotizzabile, il recupero “miracoloso” del supporto da parte di SP500 nella seconda parte della seduta di lunedì. A alimentarlo sono poi intervenute voci di avanzamento delle trattative per dare contenuto concreto alla tregua commerciale tra USA e Cina e la riduzione, da parte dei cinesi, dei dazi sull’importazione di auto americane dal 40% al 15%. Inevitabile l’entusiasmo di Trump su Twitter.

Le Borse europee sono perciò partite subito col piede giusto ed hanno aumentato i guadagni, fino a portarli intorno ai due punti percentuali su Eurostoxx50 in attesa dell’apertura di Wall Street.

Anche qui l’inizio delle contrattazioni è partito con un entusiastico gap rialzista di circa un punto, ma ben presto gli investitori hanno ricordato che i gap nella maggior parte dei casi sono destinati ed essere colmati. Pertanto SP500, dopo aver realizzato un massimo a 2.674, ha iniziato a retrocedere ed è andato a ritestare il supporto di 2.620, per poi passare l’ultima parte della seduta oscillando intorno alla parità. L’attenuazione della positività USA ha causato un po’ di arretramento da parte delle borse europee, che sono comunque riuscite a mantenere un solido segno positivo (+1,27% Eurostoxx50, +1,48% il Dax tedesco e +0,98% il nostro Ftse-Mib).

Nella notte sono poi arrivate altre novità che i mercati oggi dovranno scontare, insieme ai numerosi eventi previsti (e quelli imprevisti) per la giornata odierna.

Non causerà alcuna conseguenza l’attentato terroristico di Strasburgo. I mercati sono abituati e la notizia di un “normale” attentato da tempo viene trattata come le notizie meteorologiche. In questo caso la notizia sembra essere più quella del lungo periodo di parecchi mesi senza attentati in Europa.

Casomai i complottisti, tra i quali non mi classifico, potranno riflettere sull’inefficienza della polizia francese contro il terrorismo, in confronto alla durezza mostrata contro le proteste popolari e studentesche dei giorni scorsi, nonché sul fatto che a Macron questo attentato serve assai a spostare l’attenzione dei media dalle proteste dei gilet gialli alla necessità di unità nazionale contro il nemico terrorista.

La notizia che potrebbe invece piacere molto ai mercati oggi, e magari alimentare il volano del rimbalzo, è quella della scarcerazione su cauzione della manager di Huawei Meng Whanzou, che placherà almeno in parte le proteste cinesi e contribuirà a rasserenare il clima cooperativo tra USA e Cina.

Non mancheranno oggi novità sul fronte Brexit, ma qui è difficile fare previsioni, dato il caos in cui è precipitata la May, costretta a chiedere alla UE un aiuto che per ora i leader europei non vogliono concederle.

Per finire avremo stasera la cena della questua, mediante la quale Conte tratterà con Juncker i famosi numerini con cui limare la manovra per evitare la procedura di infrazione da parte della Commissione UE. C’è da dire che i due leaderini nostrani non sembrano per ora molto disposti a scendere al fatidico 2% del rapporto deficit/PIL e ridimensionare i due cavalli di battaglia (quota 100 e reddito di cittadinanza). Però a vantaggio di conte c’è il fatto che Macron, per addomesticare i gilet gialli, ha promesso nuova spesa pubblica che porterà il bilancio francese 2019 ad un deficit stimato intorno al 3,5% del PIL. Assai peggio di noi. Perciò, se le regole valgono per tutti, sarà difficile per Juncker dire sì alla Francia e no all’Italia. Macron rischia, ironia della sorte, di diventare il miglior alleato di Salvini, dopo mesi di insulti reciproci.

C’è abbastanza per rendere possibile qualsiasi esito della giornata, anche se i grafici ci dicono che il rimbalzo potrebbe proseguire.

____________________________________________________________________________________________________
BORSAPROF.IT s.a.s. di Pierluigi Gerbino & c. - P. Iva e C.F.: 02980970046
V. Torino 81 - 12048 Sommariva Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

Le nostre NEWSLETTER ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.     >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<