Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

SPETTACOLO APPLE, MA NON BASTA
02/08/2018 08:32

Apple, la regina delle azioni mondiali, ha fatto il suo dovere, dopo i brillanti risultati trimestrali. Con un rialzo di quasi il 6% ha superato anche quota 200 dollari ed ha chiuso la seduta a 201,50. La sua capitalizzazione è cresciuta fino a 988,42 miliardi di dollari ed ha quasi raggiunto la stratosferica quota 1.000, che nessun titolo prima d’ora ha mai lontanamente avvicinato. Per realizzare il record dei record basta che arrivi a 204 dollari, impresa che potrebbe addirittura essere raggiunta oggi stesso.

La performance del titolo della mela ha sostenuto l’intero indice tecnologico Nasdaq100, guidato a recuperare poco più di mezzo punto percentuale, ma non è bastata a neutralizzare le incertezze ed i timori che anche ieri hanno fermato la mano più dei compratori, che dei venditori.

Infatti SP500 e Dow Jones, meno influenzati dalla storia di Cupertino, hanno chiuso in modesto calo, preoccupati dalle notizie di imminenti inasprimenti di dazi contro la Cina da parte del sempre battagliero Trump, e dal comunicato della FED, che ha rimarcato la robustezza della crescita USA e di fatto ha calendarizzato il prossimo rialzo dei tassi per la riunione di settembre, mentre probabilmente il graduale processo di inasprimento monetario continuerà a dicembre, con un altro ritocco, e nel corso del prossimo anno. I tentativi di Trump di condizionare la FED e convincerla ad assecondare la sua politica delle mani bucate con quella del lassismo monetario, al fine di accarezzare gli elettori che tra 3 mesi andranno a votare per il rinnovo parziale del Congresso, finora non hanno fatto breccia.

Negativo anche l’andamento delle borse europee, sempre piuttosto rapide ad adeguarsi alle preoccupazioni sui dazi, e pessimo il comportamento di Piazzaffari, dove il Ftse-Mib ha accusato un vero e proprio crollo di -1,91%, scendendo per tutta la seduta e riuscendo ad annullare completamente l’illusione di superare la resistenza di quota 22.200.

Alla Borsa di Milano è andato in scena il curioso fenomeno del “sell on news” sui titoli delle società che hanno presentato la trimestrale. Anche quelle che hanno mostrato conti in crescita e superiori o pari alle attese degli analisti sono state vendute più o meno pesantemente, senza troppo sottilizzare. E’ il caso soprattutto di Ferrari, Intesa ed Enel, che hanno accusato cali molto significativi. Ma anche Snam, Generali, Mediobanca sono state vendute nonostante trimestrali in teoria incoraggianti.

La situazione ora torna difficile, dopo che le resistenze hanno respinto il nostro indice. Si fa probabile il ritorno sui supporti, che non sono poi così lontani. Il primo è appena sopra quota 21.500 e, se venisse sfondato, si aprirebbe la strada per una discesa verso l’area compresa tra 21.120 e 21.170, che tre volte da fine maggio ha fatto rimbalzare il nostro indice e lo ha mantenuto in un trading range sempre più stretto.

Agosto è partito male e sembra confermare la sua fama statistica di mese difficile, con alta volatilità e scivolate improvvise ed ampie, magari seguite poi da ampi recuperi.

Sarà così anche quest’anno? Le prime battute sembrano volercelo annunciare.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.   Prova 1 mese GRATIS!

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  Prova 1 mese GRATIS!

In più avrai la possibilità di partecipare ai Webinar (almeno 2 al mese) riservati agli iscritti a GOLD e GAP.