Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

La festa USA rianima l'Europa
19/12/2017 08:38

I pochi senatori USA, che ancora erano recalcitranti a votare il testo unificato della Riforma Fiscale, sono stati convinti e certamente in settimana il provvedimento arriverà sulla scrivania di Trump, che potrà trionfalmente firmare il provvedimento per dedicarsi immediatamente dopo ad insultare i suoi detrattori.

Perciò i mercati azionari hanno proseguito i festeggiamenti della settimana precedente, estendendo ulteriormente i rialzi e segnando, ovviamente, nuovi record storici a ridosso di significative soglie numeriche. Nasdaq100 ha già superato quota 6.500, mentre SP500 è arrivato a 5 punti da 2.700 e il vecchio Dow Jones a soli 124 punti dalla rotonda quota 25.000. Inutile ricordare che se già erano presenti corposi eccessi alla fine della scorsa settimana, come ho evidenziato nel commento di ieri, con il rialzo della prima seduta della nuova settimana questi eccessi si rafforzano ulteriormente e, dopo tanto “buy the rumors”, rendono sempre più probabile il tipico “sell the news” quando Trump firmerà la legge.

Non mettiamo il carro davanti ai buoi, ma segnaliamo che stavolta il rialzo americano ha contagiato l’Europa e un po’ tutto il resto del mondo. Gli indici europei infatti hanno reagito bene fin dal mattino, con un corposo rialzo del Dax (+1,59%), che ha finalmente violato con convinzione l’area 13.200, che lo ha respinto più volte dal 10 novembre scorso. Ora il campo sembra aperto per tornare quantomeno a testare il massimo storico di 13.525, realizzato il 7 novembre scorso.

Anche Eurostoxx50 ha fatto un bel balzo (+1,42%), ma questo indice è appena arrivato sulla soglia della sua resistenza di 3.620, senza riuscire ancora a superarla. Sarà questo il compito da svolgere oggi. Il nostro Ftse-Mib, ancora appesantito da un settore bancario sotto tono, ha faticato tutta la mattina a rimanere agganciato al rialzo europeo, ma nel pomeriggio si è fatto coraggio e si è allineato (+1,34%) alla performance media europea.

E’ chiaro che per il nostro mercato, debole da giorni, non possiamo sperare per oggi in rotture di resistenze, ma solo che prosegua l’allontanamento dal supporto di 22.000 testato venerdì scorso. Partendo oggi dai 22.390 realizzati ieri, la resistenza di 22.838 appare ancora troppo lontana per essere raggiunta in un solo giorno.

D’altra parte oggi e domani il nostro mondo politico e finanziario sarà impegnato a scannarsi sulla vicenda che sta appassionando (o forse no?) gli elettori, che a marzo andranno ad esercitare un probabilmente inutile diritto di voto: la vicenda della ministra Boschi, che certamente sta appassionando i giornalisti, che la presentano su tutti i media da giorni come l’evento clou, come se il mondo girasse intorno al “Trono di Boschi”.

Dopo aver sentito ieri il ministro Padoan, che non ha ovviamente detto nulla di significativo sulla questione della vigilanza bancaria, salvo precisare che nessun ministro era autorizzato ad occuparsene (piccola stilettata alla Boschi), la Commissione Parlamentare d’inchiesta sui fallimenti bancari oggi sentirà Visco, che, da possibile imputato, come avrebbe dovuto essere secondo le intenzioni del PD renziano, rischia di trasformarsi nell’esecutore materiale del colpo da K.O. alla credibilità della ministra e del partito che rappresenta.

La Commissione Parlamentare d’inchiesta doveva e poteva essere l’occasione per riflettere sul Sistema di Controllo delle banche, che ha messo in mostra falle enormi, poiché imperniato su ruoli antitetici e scarsamente collaborativi di Consob e Bankitalia, e non ha saputo prevenire la catena di malversazioni e negligenze messe in opera da parecchie banche. Si sarebbero dovuti individuare i lati oscuri dell’operato di queste authority ed avanzare le necessarie modifiche legislative, da lasciare in eredità al prossimo Parlamento, per migliorarne la scarsa efficienza.

Invece, dopo un inizio promettente, la Commissione è diventata il ring dove va in scena la lotta politica tra PD e 5Stelle attraverso il massacro della ministra ben oltre le oggettive leggerezze del suo comportamento. Le quali, è bene ricordarlo, sono state quelle di interessarsi delle vicende di una banca di cui il padre era vice-presidente, ma che era anche la principale banca del territorio in cui è stata eletta. C’era conflitto di interesse, ma nessuna delle autorità che finora hanno riferito di averla incontrata si è sentita sotto pressione ed è stato appurato che il suo potere non ha prodotto alcuna distorsione delle indagini e dei provvedimenti, che poi sono stati presi, sia sulla Banca (fallimento) che su suo padre (rimosso ed indagato).

L’averla posta al centro della scena, come se i misfatti bancari fossero dipesi da lei, per strumentalizzare la sua leggerezza a fini politici, rischia di farle fare il parafulmine su cui si scaricheranno gli strali mediatici per comportamenti leciti, ma inopportuni politicamente. Intanto all’ombra del parafulmine i veri responsabili di atteggiamenti illeciti o negligenti troveranno adeguata copertura e sfuggiranno alle proprie reali responsabilità.

C’è sempre qualcuno che paga per tutti. Di solito il più sprovveduto. A volte il più sfigato.

In questo caso MEB, come chiamano la fascinosa Maria Elena, è pure una bella donna che è arrivata al potere più in fretta di tanti uomini. In Italia non c’è reato peggiore.

____________________________________________________________________________________________________
BORSAPROF.IT s.a.s. di Pierluigi Gerbino & c. - P. Iva e C.F.: 02980970046
V. Torino 81 - 12048 Sommariva Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

Ti piacerebbe guadagnare in borsa
in 5 minuti al giorno?

Con GOLD, la Nostra Newsletter Quotidiana sul Mercato Azionario, puoi farlo!

GOLD fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul mercato azionario italiano, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.

GOLD ti aiuta a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!

>>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<