Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Prove di correzione
26/10/2017 08:30

Forse stavolta la correzione, che mancava da tanto tempo nel tranquillo panorama dell’azionario americano, si sta materializzando.

Non possiamo ancora certificare un vero trend ribassista di breve periodo in atto, ma almeno constatare il primo impulso di un modello di inversione, che sarà eventualmente completato nei prossimi giorni, se gli investitori daranno seguito all’accenno di maggior percezione del rischio che si vede questa settimana.

Intanto possiamo confermare il segnale di inversione che SP500 ha generato lunedì scorso (bearish engulfing), che ieri ha già raggiunto un primo obiettivo, cioè i minimi di giovedì scorso (2.548), da cui partì l’ultimo scatto rialzista che in due sedute realizzò l’attuale massimo storico di 2.578.

Ieri quel supporto, sfondato brevemente, è riuscito a contenere le vendite ed ha consentito a SP500 di recuperare parte della perdita giornaliera. Ma non ha impedito un aumento della volatilità, espressa dall’indice Vix, che si è portata con un’impennata fino oltre 13, per poi chiudere la seduta a 11,23.

Il calo delle borse USA ieri è stato nuovamente corale e si è poi fissato in circa mezzo punto di perdita per tutti gli indici che osserviamo. Un po’ peggio è andata alle borse europee, in particolare quelle più deboli, che hanno registrato perdite giornaliere vicine al punto percentuale.

A che cosa attribuire il calo di ieri? Non abbiamo avuto catalizzatori molto evidenti, per cui non possiamo che attribuirlo ad un mutamento di umore (sentiment) da parte dell’investitore americano medio. Ha forse giocato l’ennesima lite tra Trump e qualche senatore repubblicano, a colpi di insulto su Twitter, che fa pensare a possibili intoppi al momento della votazione della riforma fiscale. Certamente un ruolo deve averlo avuto lo sfondamento rialzista di quota 2,42% da parte dei rendimenti del Treasury decennale, che ora si apre la strada verso un obiettivo di una ventina di punti base di ulteriore incremento. Su questa corsa alla vendita dei bond può forse aver inciso anche il toto-FED, cioè le attese sul nome del prossimo Presidente della FED, che pare ormai imminente. Si teme che sia più falco della super-colomba Yellen, che ha ormai perso ogni chance di riconferma.

In Europa oltre ai problemi che affliggono gi USA, che, essendo Wall Street il faro di tutte le borse, per definizione sono problemi che riguardano tutti, si aggiunge l’apertura oggi della seduta del Parlamento catalano, che avvierà la discussione per dichiarare (probabilmente domani) l’indipendenza, mentre, sempre domani, il Senato spagnolo voterà l’applicazione dell’art. 155 della costituzione, che commissaria la Catalogna.

Un po’ di timore desta anche l’incertezza su quel che Draghi e la BCE oggi comunicheranno, al termine della riunione chiamata a decidere le sorti del QE il prossimo anno. Siccome la BCE ha fatto ampiamente filtrare anticipazioni piuttosto benevole (riduzione della portata degli acquisti di titoli da 60 a 30 miliardi al mese, ma prolungamento della scadenza del piano per ulteriori 9 mesi del 2018), la diffidenza che i mercati ultimamente provano per Draghi induce qualche investitore a temere sorprese negative rappresentate magari da riduzioni più importanti del flusso  e/o prolungamenti inferiori della scadenza. Per questo qualche investitore preferisce monetizzare in anticipo.

Il velo del mistero sulle mosse BCE si squarcerà comunque alle 13,45 con il comunicato ufficiale o al più tardi alle 14,30, quando Draghi in Conferenza Stampa ufficializzerà le decisioni prese. Mi aspetto volatilità in quel momento. E, se arriveranno sorprese, magari anche dopo.

____________________________________________________________________________________________________
BORSAPROF.IT s.a.s. di Pierluigi Gerbino & c. - P. Iva e C.F.: 02980970046
V. Torino 81 - 12048 Sommariva Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

Le nostre NEWSLETTER ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.     >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<