Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Donald Jr sotto i riflettori. Bastava il padre
12/07/2017 08:33

Una giornata passata quasi tutta in positivo dai mercati europei si è conclusa ieri con una scivolata, che ha portato il segno meno a dominare i tabelloni dei principali indici azionari del vecchio continente.

Partiti all’insegna del rimbalzo, gli indici europei hanno tentato di forzare fin dalle prime battute le rispettive resistenze. Il Dax per uscire dalla congestione laterale che lo ingabbiava tra 12.300 e 12.500 punti ed Eurostoxx50 dall’analogo trading range tra 3.435 e 3.500. Il nostro Ftse-Mib aveva invece da superare il massimo di giugno a 21.270, per poter spiccare il volo.

Ebbene, nel corso della mattinata, vissuta con un duplice sfogo di volatilità (la prima ora al ribasso e la seconda in potente risalita), l’impresa di oltrepassare i livelli di resistenza è riuscita al Dax ed al Ftse-Mib, mentre il globale Eurostoxx50 ha sostanzialmente ripetuto il massimo della congestione, senza superarlo. Ma, scoccate le 11, il momento magico è finito ed i mercati si sono ammosciati, in attesa di verificare se anche Wall Street aveva voglia di salire. L’apertura americana è stata dapprima ambigua, poi, con la pubblicazione delle compromettenti mail del figlio maggiore di Trump, Donald Junior, che dimostrano il suo coinvolgimento nel Russiagate, il timore di contaminazione da fango ha preso il sopravvento sui mercati USA e li ha portati a scivolare in negativo. L’effetto domino ha così spinto al ribasso anche l’azionario europeo, che ha chiuso sui minimi una seduta chiaramente a due facce, ma che certifica comunque il fallimento del primo tentativo di ripristinare il toro sui mercati.

Le questioni giudiziarie hanno innescato la tipica catena della paura che sempre si vede quando arrivano preoccupazioni di natura politica. Al calo azionario si è unito l’indebolimento del dollaro, permettendo al cross EUR/USD di tornare a 1,148, superare i massimi dell’anno e rivedere valori che risalgono alla prima settimana di maggio dello scorso anno. L’obbligazionario ha attirato la liquidità in uscita dall’azionario e fatto scendere il rendimento del Treasury decennale. Non sono mancati all’appello neanche i metalli preziosi, tornati in auge come beni rifugio, e rimbalzati con vigore dal trend discendente degli ultimi giorni.

Intendiamoci. Quel che si è visto è stata una uniforme fughetta dal rischio, ma non ha nulla a che vedere con il panico. Infatti, se i preziosi e l’obbligazionario sono rimasti forti ed il dollaro debole per tutta la seduta, l’azionario ha evitato l’avvitamento ed è riuscito a recuperare completamente la scivolata dopo la chiusura dei mercati europei. Anche il Vix non ha rivelato alcun timore eccessivo.

Pertanto, a meno di nuove e clamorose rivelazioni, sembra che, per ora, la politica non sia ancora in grado di guastare del tutto l’umore dei mercati.

Oggi dovremmo assistere ad un po’ di recupero da parte dei mercati europei, che dovrebbero comunque farsi un po’ più guardinghi di ieri, in attesa della Presidente FED Yellen, che oggi effettuerà la sua prima testimonianza estiva di fronte ai deputati del Congresso. E’ un evento, questo sì, che potrebbe rovinare l’umore delle borse, se venisse gestito in modo aggressivo. Ma, pur con tutto lo sforzo di immaginazione possibile, non riesco ad ipotizzare nonna Yellen aggressiva. Credo piuttosto che le proverbiali doti di diplomazia e di cautela della presidente FED faranno di tutto per evitare pillole troppo amare per i mercati. E, se questi oggi dovessero capire male ed agitarsi più del voluto, ci sarebbe comunque ancora la testimonianza di domani al Senato per rettificare il tiro.

 

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.     >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<