Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Nuove punizioni per le banche italiane
05/07/2016 07:31

Senza il sostegno benigno di Wall Street, ieri chiusa per la festa nazionale dell’Indipendence Day, le borse europee e, stamane, quelle asiatiche, si prendono una giornata di correzione dopo una corsa rialzista di 4 sedute e il forte recupero messo a segno la scorsa settimana.
La questione Brexit piano piano comincia ad uscire dai radar dei mercati e verrà presto sostituita da altri spunti in grado di animare i mercati, mentre la volatilità si sta un po’ contraendo.
Quel che invece non smette di generare ansia e volatilità perversa è il problema delle banche italiane, anche ieri bersagliate dalle vendite, dopo che è stata resa nota una perentoria lettera della vigilanza BCE che ordina a MPS di smobilizzare almeno 10 miliardi di sofferenze. La notizia della spietata severità della BCE, che si accanisce a pretendere rigore proprio quando sarebbe necessaria una certa tolleranza per un settore sull’orlo dell’abisso, è bastata a far scendere tutto il settore, che è tornato sui minimi della scorsa settimana, mentre alcune importanti banche quotate (MPS, ovviamente, ma anche BPER, UBI, Unicredit) hanno rotto al ribasso i precedenti minimi. Ieri il sostegno degli energetici è venuto a mancare ed allora l’indice Ftse-Mib, con un -1,79%, è tornato mestamente ad occupare la posizione di peggior indice di giornata, come purtroppo accade sempre più spesso.
Anche il resto d’Europa non ha brillato, ma storni pesanti come quello messo in pratica dal Ftse-Mib non se ne sono visti.
Non resta che attendere il prossimo rumor e sperare che sia favorevole. Ieri quello messo in circolazione dal Financial Times, cioè che il governo era intenzionato a sfidare la Germania e le regole europee attuando un salvataggio pubblico, è stato ufficialmente smentito.
Oggi riaprirà i battenti la Borsa di New York, che rientra dal ponte con l’indice SP500 oltre i 2.100 punti ed a pochi passi dai massimi assoluti. Come se la Brexit non esistesse.
Infatti sembra quasi che la si voglia sostituire con una exitalia.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.     >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<