Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Petrolio e Buffett sostengono i listini
17/05/2016 08:36

Una seduta di borsa orfana in Europa di una parte rilevante di piazze, tra cui la Germania, chiuse per la Festa di Pentecoste, ha mischiato ulteriormente le carte, che già erano ben poco leggibili.
L’apertura è stata piuttosto negativa a causa della brutta chiusura americana di venerdì scorso e dei dati deludenti sulla produzione cinese, diramati nel week end.
Ma, piano piano, i mercati si sono ripresi, grazie al prezzo del petrolio, che ha frantumato il precedente massimo di 47 dollari ed ha ulteriormente accelerato, grazie ad un report di Goldman Sachs che ha messo in evidenza il riequilibrio tra domanda ed offerta, avvenuto a loro parere nelle ultime settimane grazie ad eventi multipli (incendi in Canada, disordini in Nigeria, aggravarsi della crisi in Venezuela) che hanno ridotto in modo sensibile l’offerta, mentre la domanda risulta in crescita, soprattutto grazie al contributo dell’India. Il prezzo del WTI Crude Oil è arrivato addirittura, stanotte sui mercati asiatici, a scambiare sopra i 48 dollari.
Un’altra notizia ha cambiato il sentiment sui tecnologici americani. Il mitico Warren Buffett, tradizionalmente ostile alla tecnologia, ha comunicato di aver comprato Apple, che a suo parere è stata eccessivamente penalizzata. E’ bastato questo a fermare la discesa del titolo, che procedeva di gran carriera da metà aprile, e generare un rimbalzo di quasi il 4%, contagiando positivamente l’andamento degli indici USA.
La seduta in America ha così fatto segnare il pieno recupero della debacle di venerdì scorso, con un cambio di direzione proprio sul supporto di 2.040, come era già successo il 6 maggio.
Ancora una volta i compratori hanno rintuzzato l’attacco ribassista.
Ora occorre verificare se questo secondo rimbalzo avrà vita più lunga del precedente, che si è arenato alla terza giornata positiva.
Dovrebbe comunque bastare a mettere di buonumore le borse europee nella giornata odierna, dopo che già quelle asiatiche, con il Giappone in testa, hanno recepito positivamente la scolta americana di ieri. Se poi si vuole andare oltre il piccolo cabotaggio le cose si fanno molto più complicate ed incerte.
Pertanto è meglio aspettare. Del resto i due pivot da qui dipenderà la direzionalità futura li abbiamo. Per SP500 sono 2.040, come soglia che separa dall’estensione ribassista della correzione, e 2.085, come sbarramento ai sogni di gloria di un ritorno verso i massimi. Ora SP500 è a 2.066, più o meno alla metà del percorso.
Non resta che attendere. Le borse europee, ovviamente, si adegueranno all’input americano.
 

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.     >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<