Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Stress Test per il rimbalzo
17/02/2016 08:36

Se non si considerasse che lunedì i mercati americani sono rimasti chiusi, la seduta di ieri sarebbe apparsa piuttosto strana, con gli indici USA in significativo rialzo e quelli europei in ribasso. Ma la motivazione sta nel fatto che i mercati europei lunedì si erano già portati molto avanti, con salite superiori al 2%, ed avevano “staccato” le borse americane nella gara a rimbalzare.
Ieri Wall Street ha raggiunto le piazze cugine europee, grazie ad un altro buon passo in avanti, mentre le borse europee sono tornate un po’ indietro per aspettare gli indici americani.
Oggi si dovrebbe tornare ad andamenti maggiormente correlati, anche se non sappiamo bene se il rimbalzo avrà la forza di proseguire.
Infatti occorrerà verificare la credibilità dell’accordicchio raggiunto ieri da 4 importanti produttori di petrolio (Arabia, Qatar, Venezuela e Russia) per frenare il calo dei prezzi. Il mercato a caldo si è mostrato piuttosto deluso, ed il prezzo del barile è tornato nei pressi dei 29 dollari, perché aveva aspettative maggiori rispetto ai risultati raggiunti, cioè il blocco (e non il taglio) della produzione ai livelli di gennaio. Il tutto, però, condizionato al fatto che questo blocco venga rispettato anche dagli altri paesi OPEC. Il che rischia di rimanere una pia illusione, dato che l’Iran ha già affermato che con la fine delle sanzioni aumenterà ad oltre un milione al giorno i barili estratti e che molti altri paesi sono con l’acqua alla gola dopo quasi due anni di ribasso dei prezzi ed una chiusura dei rubinetti peggiorerebbe la loro crisi finanziaria. Il dato positivo è comunque che ora l’Arabia Saudita, che aveva imposto la politica degli aumenti produttivi per soffocare i produttori americani, sembra voler alzare il piede dall’acceleratore ed ha accettato di parlare ufficialmente di modificare la politica fin qui adottata, per strozzare i temerari cercatori americani di oro nero.
La seduta odierna è pertanto di difficile interpretazione. Il rimbalzo delle borse azionarie dai minimi è stato molto significativo e rapido. Una delle cause non secondarie è stata proprio la speculazione sull’accordo petrolifero, che però non ha convinto molto. L’altra è stata il rimbalzo delle banche, che in Italia è proseguito anche ieri. Rimbalzi di questa virulenza, che lasciano anche gap rialzisti da colmare, spesso muoiono in fretta come sono germogliati. Certamente gli indici debbono consolidare il recupero e questo potrà avvenire quando la convinzione dei compratori verrà messa alla prova dalle prese di beneficio dei trader veloci, che hanno fatto il classico mordi e fuggi.  Ieri si è visto già qualcosa del genere in Europa, con rapide ed anche profonde incursioni in territorio negativo, per opera dei realizzi sui titoli che avevano recuperato molto nei due giorni di forte rimbalzo. Ieri i compratori hanno ben risposto, assorbendo elegantemente le vendite. Ma ieri a sostenere le borse europee vi era la positività degli indici USA, che proseguivano il rimbalzo di venerdì.
Oggi la situazione è diversa e potremmo vedere prese di beneficio anche in USA, che potrebbero sommarsi a quelle in Europa.
Riusciranno i mercati a reggere, costruendo una base di sostegno che permetta di trasformare il rimbalzo tecnico da ipervenduto in un modello di inversione rialzista almeno di breve termine?
E’ la domanda a cui debbono rispondere i mercati in questa settimana, che rappresenta il crocevia che dovrebbe indicare la direzione per le successive.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.   Prova 1 mese GRATIS!

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  Prova 1 mese GRATIS!

In più avrai la possibilità di partecipare ai Webinar (almeno 2 al mese) riservati agli iscritti a GOLD e GAP.