Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Mercati spaventati dall'Armata Brancaleone
25/11/2015 08:38

L’abbattimento dell’aereo russo avvenuto sui cieli della Siria (secondo la Russia) o della Turchia (secondo i turchi) ha catapultato sul nostro futuro, ed ovviamente anche sui mercati, nuove complicazioni di una situazione geopolitica che già era terribilmente intricata e pericolosa.
La guerra all’ISIS rischia di confermare le più pessimistiche previsioni e di trasformarsi in una guerra tutti contro tutti, dato che la composizione della coalizione anti-ISIS raccoglie in un pericoloso crogiuolo interessi opposti ed inimicizie ideologiche, secondi fini e adesioni di facciata.
In questo quadro la coalizione fornisce sempre più l’impressione da “Armata Brancaleone”, dove ognuno combatte la sua guerra contro i nemici che si sceglie, senza alcun coordinamento né comunicazione che riesca almeno a prevenire gli incidenti. C’è il rischio concreto che, più che replicare l’esperienza della Libia, dove la sconfitta di Gheddafi ha lasciato il campo ad una guerra civile tra bande terroristiche, si sfoci in un umiliante Vietnam, tra gli sghignazzi delle truppe jihadiste, o che addirittura, anziché risolvere un problema geopolitico, se ne creino altri aggiuntivi.
Tutto ciò mentre le grandi città europee vivono in stato d’assedio, come dimostra il coprifuoco di Bruxelles e l’aumento vertiginoso delle misure di sicurezza, faticosissime per tutti, cittadini, poliziotti e casse dello stato.
I mercati europei ieri si sono svegliati dal sogno e cominciano a prendere atto che forse il bubbone terroristico sta infettando anche le possibilità di crescita futura. L’allegra convinzione che il terrorismo avrebbe condizionato poco i nostri abituali business e le possibilità di crescita, ma avrebbe anzi fornito argomenti ulteriori a Draghi per aumentare la sua generosità monetaria, comincia a perdere qualche colpo. Così come qualche dubbio comincia ad insinuarsi sulla reale capacità di Draghi di convincere tutti i membri del Consiglio Direttivo della BCE ad estendere il QE.
Ieri sono arrivate dichiarazioni chiare e categoriche da parte dei due componenti tedeschi del Consiglio, che hanno dichiarato di non approvare affatto l’estensione del QE perché a loro parere non ci sono tutte quelle pressioni deflazionistiche e quei rischi di abbassamento della crescita che spaventano Draghi. Se Draghi vorrà adottare politiche ulteriormente espansive, lo dovrà fare senza il loro voto.
Non è propriamente una dichiarazione di solidarietà con il Presidente BCE. Pertanto è legittimo e prudente non escludere intoppi nella riunione della prossima settimana.
Sui mercati, che si erano portati piuttosto avanti con le congetture favorevoli la scorsa settimana, sono cominciate a piovere le prese di beneficio.
Soprattutto su quelli europei, maggiormente al centro del ciclone, dove si sono viste perdite medie intorno al punto e mezzo percentuale, e minimi di seduta anche oltre il -2%. Molto più compassate sono state le Borse americane, che hanno via via riassorbito le perdite iniziali e chiuso la seduta in parità. Anche qui comunque si nota una certa perdita di velocità, dato che sono ormai tre le sedute consecutive con chiusure neutre e minimi discendenti, mentre il livello di 2.100 si conferma come un ostacolo piuttosto ostico da superare.
Lo scenario di breve periodo non si è ancora trasformato in negativo,  ma gli scricchiolii si cominciano a sentire in modo piuttosto evidente.
E’ un motivo sufficiente per aumentare la cautela e non dare per scontato che basti Draghi a sconfiggere il terrorismo.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.     >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<