Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Il pizzicotto delle trimestrali
14/10/2015 08:30

Dopo le incertezze di lunedì, anche ieri le borse europee hanno stornato, come pure l’indice SP500. Ad impaurire i mercati (più quelli europei che quelli americani) sono stati due dati che danno un pizzicotto alla beata incoscienza dei mercati delle ultime due settimane.
Dalla Cina è arrivato il calo delle esportazioni ed il crollo delle importazioni a settembre, che conferma il rallentamento della crescita dovuto al blocco della domanda interna e lancia lugubri prospettive sul PIL cinese del terzo trimestre.
Poi, in mattinata, anche l’indice tedesco ZEW, che misura il sentiment degli analisti, ha subito una forte battuta d’arresto, che recepisce il crollo della credibilità tedesca provocato dal “dieselgate”.
In America invece la seduta è stata oscillante, con un tentativo iniziale da parte dell’indice SP500 di rompere addirittura le resistenze, il che ha favorito una chiusura degli indici europei al di sopra dei minimi del mattino.
Poi, a borse europee chiuse, sono tornate a prevalere le vendite anche in America, sul timore, che si è poi rivelato fondato, di brutte notizie dalle trimestrali di JP Morgan e Intel. Se entrambe hanno presentato utili inferiori alle stime degli analisti, è soprattutto il colosso bancario ad aver deluso, denunciando un calo sia negli utili che nei ricavi, e motivandolo con la difficoltà a generare profitti con i tassi di interesse così bassi. Siccome nel trimestre, a causa delle batoste di agosto e settembre, anche le attività di trading hanno dato un contributo negativo, ecco che fare una trimestrale decente si rivela un esercizio di equilibrismo piuttosto complesso.
In un certo senso il CEO Jamie Dimon ha sintetizzato il nodo scorsoio che avvolge tutte le grandi banche. Appena vengono a mancare i profitti di trading, perché i mercati correggono un po’, gli utili complessivi vanno subito sott’acqua, perché i rendimenti sulle attività tradizionali sono appiattiti. Non è un buon viatico per le prossime giornate, nelle quali presenteranno i conti tutti gli altri colossi bancari americani.
Tecnicamente SP500, dopo aver toccato e superato ieri, per un attimo e per 2 punti, la resistenza di 2.020, ha poi ripiegato in modo abbastanza consistente, atterrando poco sopra i 2.000 (chiusura a 2.003,7). Diventa perciò molto importante la tenuta del supporto di area 1.995. Da esso potrebbe venire una conferma rialzista, se fosse mantenuto e da lì il mercato riuscisse a ripartire. Avremmo un perfetto pullback. Se invece venisse ceduta quota 1.995, dovremmo prendere atto che ancora una volta il rimbalzo è fallito e il mercato azionario USA potrebbe spingersi nuovamente verso i supporti più importanti, rappresentati dai minimi di agosto e settembre che sono più o meno allo stesso livello (area 1.865 – 1.870).
Siamo perciò in bilico tra la possibile realizzazione di un sogno (il ritorno ai massimi) e la riproposizione degli incubi estivi. Ci vorrebbero trimestrali sorprendenti. Ma nei prossimi giorni è abbastanza difficile che si materializzino.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.   Prova 1 mese GRATIS!

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  Prova 1 mese GRATIS!

In più avrai la possibilità di partecipare ai Webinar (almeno 2 al mese) riservati agli iscritti a GOLD e GAP.