Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Obiettivo: dimenticare gli incubi estivi
09/10/2015 08:30

I mercati azionari europei hanno passato l’intera giornata di ieri ad oscillare intorno ai valori del giorno precedente, probabilmente perplessi dalla salita della borsa cinese, che, sebbene significativa (+3%), non è stata fulminante come forse ci si attendeva. Il 3% di recupero è abbastanza deludente, se pensiamo che nei giorni in cui la borsa cinese è rimasta chiusa l’indice di Hong Kong, quello più simile all’indice di Shanghai, era salito del 9,5%.
Ad ammosciare gli animi ha contribuito anche l’arrivo di segnali di ulteriore affaticamento dell’economia giapponese, che hanno messo la sordina alle velleità di tutte le piazze asiatiche.
Anche Wall Street è partita titubante ed in lieve ribasso rispetto al giorno prima e la sua incertezza è durata fino a quando hanno chiuso le borse europee.
Poi SP500, nella seconda parte della seduta, ha dato il colpo di reni tipico dei breakout ed è salita in due ore di quasi un punto e mezzo percentuale, chiudendo la seduta a 2.013, cioè ben oltre la resistenza di 1.995 ed a pochi punti dal massimo di settembre di 2.020. Nel far ciò ha anche superato di slancio la media mobile a 50 giorni, cosa che non succedeva dal 17 agosto scorso, prima della devastazione cinese.
Lo strappo improvviso potrebbe essere giustificato dal rally del prezzo del petrolio, che ha seguito la diffusione di rumors che vorrebbero l’OPEC deciso a risollevare il prezzo, poiché la guerra scatenata contro i produttori USA ha anche penalizzato notevolmente i produttori medio - orientali. Così l’attesa di provvedimenti a favore di un taglio produttivo ha portato nuovamente il contratto future sul Crude Oil ben al di sopra di 49 $. Oggi potrebbe essere sferrato l’attacco decisivo ai 50 dollari, che è fallito mercoledì scorso, e che girerebbe nuovamente al rialzo il trend di breve, con l’ambizioso obiettivo di recuperare l’area intorno ai 60 dollari, abbandonata con la scivolata di luglio ed agosto.
L’ottimismo si è così diffuso sugli indici azionari, dando il via agli acquisti.
Compiuto il primo breakout, SP500 oggi potrebbe tentare l’attacco a 2.020 e addirittura, superando anche quest’ostacolo, fornire un segnale di inversione rialzista di primaria importanza, con il completamento di un modello di doppio minimo che avrebbe l’obiettivo di riportare l’indice USA fin oltre 2.165, che significa un nuovo massimo assoluto.
Troppa grazia? Forse. Però questo potrebbero consegnarci stasera i grafici come argomento di riflessione per il week-end. Certo, bisognerà fare i conti con la defaillance di Alcoa, la prima big a presentare la trimestrale, che ha subito un forte calo di profitti e fatturato, consegnando un pessimo auspicio alla stagione dei rendiconti del terzo trimestre. Se il buongiorno si vede dal mattino, non ci sarà molto da stare allegri.
Tuttavia stamane in Asia non si curano troppo di Alcoa e tutte le piazze dimenticano le incertezze di ieri riprendendo a salire con vigore. L’unica che mostra qualche incertezza continua a essere Shanghai, che staziona ancora, al momento in cui scrivo, circa il 3% sotto la resistenza di ben al di sotto della resistenza di 3.257. Però sappiamo che in Cina la partita vera si gioca a ridosso della chiusura, quando tutto può cambiare.
L’apertura positiva delle borse europee sembra pertanto ormai scontata. Il problema sarà riuscire a confermare fino a fine seduta la positività iniziale. Del resto la settimana è stata molto favorevole ed oggi è venerdì. Qualche presa di beneficio potrebbe arrivare.
Ma se anche oggi i mercati continuassero a volare, quel che sino a pochi giorni fa sembrava un sogno irrealizzabile, cioè la cancellazione dell’incubo vissuto in agosto e settembre, potrebbe diventare realtà.
Alla faccia della recessione mondiale, alla quale si penserà dopo il rally di fine anno.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.   Prova 1 mese GRATIS!

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  Prova 1 mese GRATIS!

In più avrai la possibilità di partecipare ai Webinar (almeno 2 al mese) riservati agli iscritti a GOLD e GAP.