Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Ritorno sul luogo del delitto
01/09/2015 08:28

I mercati azionari chiudono il mese di Agosto con un ribasso abbastanza generalizzato, anche se non clamoroso. E’ probabile che con l’avvicinarsi del FOMC della Federal Reserve, previsto per il 16 e 17 settembre, stiano aumentando i timori per il rialzo dei tassi di interesse in america. Alcune dichiarazioni di autorevoli membri del FOMC (ad esempio Fisher) hanno dato l’impressione che la FED sia pronta a mantenere la promessa, anche se si tratterà di un rialzo moderato e graduale.
Del resto il violento recupero del prezzo del petrolio, salito in sole 5 sedute dai 38 dollari ai 49,20 di ieri sera, toglie un po’ di ansia deflazionistica ai mercati, mentre la revisione al rialzo della crescita USA, avvenuta giovedì scorso, tende ad rassicurare sulla solidità della crescita. Sono entrambi fattori che potrebbero far pendere la bilancia della decisione dalla parte del rialzo. E’ vero che una eventuale delusione nella creazione di posti di lavoro in agosto, col dato che sarà comunicati venerdì, o una ulteriore scivolata della borsa cinese, sarebbero in grado di riportare il barometro degli umori FED verso l’immobilismo sui tassi. Ma l’impressione è che il rialzo entro la fine dell’anno ci sia, se non altro per una questione d’onore e per non dare l’impressione che la FED sia ostaggio dei mercati. Cosa che in realtà è, dato che un calo significativo delle borse pare in grado di compromettere il ciclo economico, come è stato dimostrato negli ultimi mesi in Asia e nei paesi emergenti.
Ecco perché le borse restano nervose e forniscono segnali di continuazione del trend ribassista di breve periodo, dopo aver dato in agosto, come abbiamo visto ieri, importanti segnali di fine trend rialzista di medio-lungo termine.
Sia l’indice USA SP500, che quelli europei, dopo aver collezionato le tre classiche candele rialziste di rimbalzo tecnico da mercoledì a venerdì scorso, ieri hanno ripreso la discesa, fornendo un segnale tecnico di continuazione ribassista (uncino di Ross), che potrebbe riportarli a testare i minimi della scorsa settimana, dove si dovrebbe giocare una nuova ed importante battaglia tra ottimisti e pessimisti. Il rimbalzo di fine agosto, violento quasi come era stata la caduta precedente, ha scaricato gli oscillatori dagli eccessi ribassisti ed ora non ci sono ostacoli per un ulteriore affondo del mercato.
Chi pensava che tutto si sarebbe risolto con una inversione rialzista a V avrà forse da riflettere sull’ingenuità commessa. Le inversioni a V sono molto rare. L’assassino torna quasi sempre sul luogo del delitto.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.   Prova 1 mese GRATIS!

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  Prova 1 mese GRATIS!

In più avrai la possibilità di partecipare ai Webinar (almeno 2 al mese) riservati agli iscritti a GOLD e GAP.