Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Le tragi-comiche finali
01/07/2015 08:14

Alla mezzanotte di ieri il tempo è scaduto, a Grecia non ha pagato il debito da 1,6 miliardi al FMI e Madame Lagarde da oggi potrà dichiarare il default di Atene. La tradizione vorrebbe che la procedura di insolvenza durasse un mesetto, ma forse in questo caso si farà più in fretta. Comunque è prevedibile che fino al referendum non venga fatto nulla, anche se è molto difficile che il FMI possa chiudere un occhio, dato che ha il dovere dell’imparzialità nei confronti degli altri debitori e della tutela dei suoi paesi membri.
E’ scaduto anche il Piano di assistenza della UE e si sono del tutto volatilizzati i 7,2 miliardi rimasti per mesi sul tavolo e mai erogati, così come di fatto è caduta tutta l’impalcatura della proposta che l’Eurogruppo ha fatto e che Tsipras non ha avuto il coraggio né di accettare, né di respingere, delegando al popolo la scelta.
La cosa curiosa e, al contempo, tragica e che i greci voteranno su una proposta che non c’è più, dato che la trattativa non si è conclusa e l’estensione del programma è stata bruciata dal trascorrere del tempo oltre il limite massimo. Ciò significa che le banche greche non sono più solvibili perché i titoli dati in garanzia per ricevere i finanziamenti di emergenza ELA sono di un emittente insolvente. Draghi, secondo le regole BCE e secondo quanto la Bundesbank gli ricorda da diversi giorni, dovrebbe ora tagliare il valore della garanzia e ridimensionare il plafond massimo disponibile per le banche greche, mandandole praticamente in default. Anche per questo provvedimento, devastante, credo che Draghi non avrà fretta di agire fino al referendum.  
In tutto questo caos le parti che fanno? Continuano a trattare sottobanco, come fumatori incalliti che non riescono a smettere.
Entrambe le parti hanno impostato la trattativa come un gioco del gatto col topo, credendo entrambe di essere il gatto. Le vicende delle ultime settimane hanno dimostrato a Tsipras che lui era invece il topo, e lo sta scoprendo il popolo greco che, dopo essere stato convinto che bastasse dire basta all’austerità per vedere l’Europa ai piedi della Grecia, sta verificando che cosa significa vivere senza denaro, quando i creditori decidono di strangolarti.
Ma la stessa Europa sta scoprendo, dopo averlo sottovalutato, che il boccone costituito dal topo greco potrebbe essere indigesto.
Ed allora cerca in extremis di sputarlo, facendo la meschina figura di offrire ai greci quel che non aveva concesso tre giorni prima, purché Tsipras voti sì al referendum. Sembra proprio di essere alle comiche finali.  
In questa fiera dell’improvvisazione mi rifiuto di fare ipotesi su quel che succederà. Può succedere di tutto, persino che Tsipras accetti un accordo e annulli la farsa del referendum su una proposta che non c’è più, anche per non essere sfiduciato dal suo popolo, dato che sembra che la maggioranza dei greci sia per rimanere nell’euro anche a costo di qualunque sacrificio imposto dall’Europa.
Viviamo questi giorni in balia degli eventi ed in attesa che i buontemponi la smettano di giocare col destino di milioni di persone.
Di danni ne sono già stati fatti molti. Il massimo che possiamo pretendere è che non se ne aggiungano troppi altri.
Intanto sui mercati l’ottovolante continuerà.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.     >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<