Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Ora lo dice anche Yellen
07/05/2015 08:39

I mercati europei ieri hanno tentato un rimbalzo, dopo il crollo che martedì ha interessato sia l’azionario che l’obbligazionario.
La mattinata è passata in positivo sui mercati azionari, con guadagni anche intorno al punto percentuale.
Poi, nel pomeriggio i venti di burrasca provenienti dall’altra sponda dell’Atlantico hanno guastato nuovamente il clima e sono tornate le vendite anche in Europa. I mercati azionari sono riusciti miracolosamente a mantenere il segno positivo, ma assai lontano dai massimi di giornata, mentre sui bond i prezzi hanno proseguito la discesa ed i rendimenti, che vanno in direzione opposta ai prezzi, sono ancora cresciuti.
Quello sui Bund tedeschi, che ha segnato il quinto giorno consecutivi di forte rialzo, è arrivato a 0,59%, mentre i nostri BTP ora rendono l’1,94, quasi il doppio di quel che rendevano l’11 marzo scorso.
Anche lo spread contro il Bund è ulteriormente peggiorato, arrivando a circa 135 punti base.
Il fatto che il peggioramento sia avvenuto nel pomeriggio ed abbia annullato i segnali di ripresa mattutini ci aiuta ad attribuirne le colpe. Da un lato l’umore è stato guastato dai dati macroeconomici americani, tutti peggiori delle attese. In particolare quelli sul mercato del lavoro USA evidenziano un rallentamento nel ritmo di creazione di occupazione da parte del settore privato mentre il costo del lavoro sale più delle attese e comincia ad assumere dimensioni decisamente inflazionistiche (+5% annualizzato) e si confronta con una produttività in diminuzione di circa il 2%.
Non pare certo una combinazione in grado di stimolare i profitti aziendali, ma piuttosto foriera di qualche pressione inflazionistica, che si aggiunge ala ormai evidente ripresa della quotazione del petrolio, che, quatto quatto, è ritornato quasi a 61 dollari (dai minimi di 43,58 $ del 30 gennaio, il rimbalzo è ormai arrivato al 40%).
A dare la botta di grazia alle speranze di rimbalzo sono poi arrivate le candide dichiarazioni di nonna Yellen, in una conferenza stampa congiunta con l’altra dama di denari Christine Lagarde. La governatrice della FED ha addirittura fatto due ammissioni ovvie, ma che, dette da lei, una certa impressione debbono averla fatta sull’ottimismo degli investitori USA. Ha affermato che le quotazioni sui mercati sono piuttosto care e che il lungo periodo di tassi azero può creare instabilità finanziaria. E’ pure cosciente che quando verranno rialzati i tassi ci potrà essere un balzo deciso dei rendimenti a lungo termine.
Non siamo alla chiamata allo short che fece Bill Gross qualche giorno fa, però sono parole che non invitano certo agli acquisti.
E così Wall Street è arrivata con l’indice SP500 a testare nell’area compresa tra 2.075 e 2.050 (minimo realizzato 2.068). Per ora il livello ha tenuto, grazie a qualche acquisto nell’ultima mezz’ora. Però la giornata odierna si presenta incerta ed importante. Dall’Asia non soffiano venti favorevoli. L’indice cinese sembra voler tornare rapidamente con i piedi per terra ed oggi, salvo recuperi dell’ultimo ora, sta realizzando la terza pesante seduta consecutiva, mentre il giapponese Nikkei, dopo la lunga pausa, si sta adeguando con un calo non drammatico ma significativo, al mutato clima dei mercati.
L’Europa avrà una partenza difficile, poi si vedrà. Se nel derby Grecia-Eurozona arrivasse un goal greco, potrebbe esprimersi un rimbalzo. Ma in mancanza, i venti di burrasca potrebbero far raggiungere agli indici europei gli obiettivi ribassisti (11.000 per il Dax e 21.500 per il nostro FIB).
L’obbligazionario ha ormai un ipervenduto tale che un rimbalzo pare nell’aria, anche se l’esagerazione rialzista, durata molti mesi, renderebbe del tutto fisiologici cali ben superiori a quelli che abbiamo visto finora. Ma non tutti in pochi giorni.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.     >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<