Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Il solito Rally di Draghi
20/01/2015 08:33

Le borse europee corrono entusiaste all’appuntamento con il QE di Draghi, senza voltarsi indietro né guardare quel che accade intorno a loro.
Ieri, con i mercati USA chiusi per la festività dedicata a Martin Luther King, le borse europee hanno continuato a salire, nonostante il violento calo della borsa cinese, che ha perso oltre il 7% per la stretta che la Banca Centrale ha imposto ad alcuni broker sul finanziamento a leva dei piccoli risparmiatori e per la notizia di prossimo fallimento del primo grosso gruppo immobiliare (Kaisa). E nonostante l’avvicinarsi del giorno del giudizio per la Grecia, che domenica andrà al voto.
Ad essere particolarmente premiati sono stati ancora gli indici dei paesi meno virtuosi (Spagna ed Italia), dando per scontato che il QE ci sarà, sarà grande, foraggerà la speculazione e farà salire le banche. Al nostro indice ha poi dato un contributo supplementare l’emergere nel week end di indiscrezioni su un provvedimento, che dovrebbe essere approvato oggi dal governo, che eliminerebbe il voto capitario e favorirebbe la concentrazione del settore. Le speculazioni generalizzate sul risiko prossimo venturo hanno messo le ali a tutte le popolari quotate e fatto crescere l’indice Ftse-Mib, che si è riportato a 19.480, dopo aver superato la resistenza di 19.350. Ora la strada sembra aperta per andare a chiudere, a 19.930, un gap ribassista aperto ad inizio dicembre ed incontrare il bordo superiore del canale ribassista che contiene gli alti e bassi del nostro mercato a partire dal maggio dello scorso anno.
Il fatto che la crescita degli indici europei sia continuata anche ieri, dopo che la scorsa settimana Eurstoxx50 aveva guadagnato +5,2%, il nostro Ftse-Mib +5,9% ed il Dax aveva realizzato il nuovo massimo storico oltre i 10.200 punti, a fronte del –1,24% dell’indice americano SP500, dimostra chiaramente le dimensioni dell’effetto Draghi.
Ora nei prezzi, che potrebbero salire ancora oggi e domani, comincia ad essere valorizzato il migliore dei QE possibili. Draghi ha creato aspettative esageratamente ottimistiche e non potrà permettersi di deluderle con un rinvio o con una misura di entità inferiore ad 800-1.000 miliardi. Al contempo il pericolo del cerino in mano si fa piuttosto evidente. Siccome i mercati europei hanno abbandonato ogni cautela per lanciarsi nel rally sfrenato degli ultimi giorni, è presumibile che fin da giovedì pomeriggio, subito dopo la comunicazione di Draghi, quando l’aspettativa diventerà notizia (qualunque essa sia), scatti il cambio di obiettivo e l’attenzione venga spostata sulla Grecia per adottare affrettatamente le contromisure al possibile esito del voto greco contrario alla UE. Potrebbero allora scattare pesanti prese di beneficio, che i giornali, che cercano sempre il contatto tra i mercati e la realtà, avranno difficoltà a motivare.
Questa settimana si scherza col fuoco. Meglio esserne consapevoli.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.     >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<