Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Volatilita' padrona
12/01/2015 08:48

La prima settimana completa di gennaio delle borse azionarie europee ha vissuto un livello di volatilità che ha pochi precedenti negli anni recenti.
Basti pensare a quel che è successo sulla borsa italiana all’indice Ftse-Mib: Lunedì -4,9%, giovedì +3,7%, venerdì -3,3%. Ma un po’ tutte le borse europee sono state prese nel vortice dell’alternanza di delusioni ed illusioni che ha caratterizzato la settimana, per il ribollire in pentola di tante questioni aperte (dal petrolio alla Grecia, dal QE eterna promessa alle voci sulle richieste della BCE di patrimonializzazione alle banche europee vigilate) a cui si è aggiunta anche quella del terrorismo islamico.
Il ritorno ai massimi, che nella parte centrale della settimana sembrava nuovamente fattibile, venerdì ha avuto una brusca battuta d’arresto, che è maturata nel finale di seduta, con una scivolata dei mercati azionari clamorosa per entità e velocità, quando si sono diffuse due voci in grado di riportare l’umore speculativo verso sfumature piuttosto scure.
La prima riguarda qualche dettaglio, che è trapelato, che indicherebbe l’intenzione di fare un QE da soli 500 miliardi, mentre il mercato si attende circa il doppio, con acquisto di titoli di stato fino al rating BBB-. Sarebbero inclusi quelli di Italia e Spagna, ma non i titoli portoghesi e greci. Inoltre sembra aumentare nel Consiglio BCE il fronte di coloro che intendono aspettare l’esito delle elezioni greche prima di muoversi.
Sono poi trapelate anche voci su probabili aumenti dei cuscinetti patrimoniali che, dopo gli stress test, i vigilanti della BCE sono intenzionati a chiedere alle banche meno solide, in aggiunta alla base fissata al 7% dalle regole Basilea 3. Alcuni istituti italiani hanno confermato di trattare per valori di patrimonializzazione vicini o superiori al 10% (MPS avrebbe bisogno addirittura di un 14%, che significa ulteriore aumento di capitale oltre quello da 2,5 miliardi già previsto per maggio).
Il risultato finale di venerdì ha perciò presentato un conto molto salato ai titoli bancari italiani e spagnoli che hanno trascinato particolarmente al ribasso i rispettivi listini, ma anche le altre borse hanno partecipato alla scivolata, dato che il prezzo del petrolio è tornato a scendere con vigore sotto i 48 dollari al barile e i dati del mercato del lavoro USA hanno evidenziato che se laggiù si crea un buon numero di posti, lo si fa a salari discendenti, e questo, per il potere d’acquisto dei consumatori americani che dovrebbero alimentare la crescita, non è molto incoraggiante. Non stupisce quindi che anche Wall Street abbia chiuso la giornata con un calo per lei significativo, anche se inferiore al punto percentuale.
La nuova settimana, ai tanti temi di incertezza indicati, vedrà aggiungere un altro elemento di valutazione (o magari di confusione), grazie all’inizio dell’ultima tornata di trimestrali relative al 2014. Oggi apre le danze Alcoa, poi da domani sarà la volta delle grandi banche USA e di Intel.
La volatilità dovrebbe ancora farla da padrona, almeno fino alle elezioni greche. Pertanto chi si espone rischia.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.     >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<