Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

La voglia di rimbalzo oscurera' Putin?
17/04/2014 08:32

E’ proseguito ieri, con buona verve, il rimbalzo dei mercati azionari, dopo la correzione della scorsa settimana.
A guidare il rialzo, che stavolta ha interessato tutti i listini, è stata la svolta degli indici americani del giorno precedente. Sia SP500 che il Nasdaq martedì hanno tenuto importanti supporti e abbozzato un significativo rimbalzo. SP500 mediante la formazione di un modello di triplo minimo, il Nasdaq appoggiandosi sulla trendline di lungo periodo e sulla media mobile a 200 periodi. La riuscita del rimbalzo è stata poi favorita dal fatto che la maggioranza delle trimestrali finora presentate dalle società USA sta battendo le stime degli analisti. Ieri si sono aggiunti altri dati macroeconomici confortanti. Soprattutto il dato sulla produzione industriale di marzo, che ha battuto anch’esso le attese e si è accompagnato ad una significativa revisione al rialzo del consuntivo del mese di febbraio.
A questo punto è ipotizzabile che il consensus degli analisti sul PIL del 1° trimestre 2014, che al momento staziona intorno al tasso abbastanza blando del +1% annualizzato, venga rivisto significativamente al rialzo, rendendo il rallentamento invernale, causato dal gelo, assai meno drammatico di quanto si pensasse fino a ieri.
Ad infondere nuova fiducia è arrivato anche il Beige Book della FED, pubblicato in serata, che ha confermato che l’economia USA sta riaccelerando il passo dopo la pausa invernale. Si tratta indubbiamente di una lunga lista di notizie confortanti, che è riuscita ad oscurare quelle pervenute dall’Ukraina, dove la situazione peggiora a vista d’occhio e truppe di Kiev si sono arrese agli insorti filo-russi nelle zone orientali del paese, dove ora regna il caos. Lo spettro della guerra civile, evocato ieri proprio da Putin in una telefonata alla Merkel, aleggia pesantemente e il vertice che si riunirà oggi a Ginevra avrà grosse difficoltà a sciogliere dei nodi che sembrano sempre più stretti ed inestricabili. Intanto la Nato minaccia altre sanzioni alla Russia ed annuncia di voler intensificare lo schieramento di truppe ai confini orientali (Polonia, Romania e repubbliche baltiche). La crisi si fa sempre più acuta e diffusa, ma ieri i mercati si sono concentrati sui dati economici e sulle trimestrali per sviluppare il rimbalzo.
Come spesso accade, quando arriva il rimbalzo ne beneficia maggiormente chi è stato devastato nei giorni del calo. Pertanto le banche europee e i listini “bancodipendenti” come il nostro sono volati la rialzo, recuperando con gli interessi le perdite del giorno precedente. Un rialzo del +3,44%, realizzato dal nostro Ftse-Mib, non si vedeva da parecchi mesi. Anche la fiducia nel nostro debito sovrano ha fatto un altro passo avanti, con lo spread tornato a 161 e il rendimento dei BTP decennali al 3,10%.
Credo comunque che sia assai presto per cantare vittoria ed archiviare i problemi come se fossero tutti risolti. Oggi è un altro giorno, la guerra fredda è sempre lì e le numerose trimestrali odierne potrebbero anche uscire non tutte belle come quelle di ieri. Con i mercati così nervosi, l’unica cosa certa è la volatilità.
L’indice SP500, che guida le danze, è arrivato a 1.862, ma solo se riuscirà a superare 1872,5 annullerà la correzione in atto, ricoprendo per intero l’ultima onda ribassista realizzata giovedì e venerdì della scorsa settimana. Se invece dovesse fermarsi e tornare a scendere, confermerebbe il trend correttivo in atto e sarebbe atteso a ritestare i minimi della scorsa settimana.
Il contenuto della sorpresa presente nell’uovo di Pasqua è pertanto ancora ignoto.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

VUOI FARE TRADING CON SODDISFAZIONE?

IMPARA IL TRADING DA CASA:  9 Webinar in diretta e differita per imparare a fare bene il trading online. Il primo webinar è gratis.

FARE TRADING CON LE OBBLIGAZIONI: 2 Webinar in diretta e differita per capire il mondo delle obbligazion per l’investimento ed il trading .

APRI LA PORTA A FUTURES ED OPZIONI: 2 Webinar in diretta e differita per imparare ad utilizzare nel tuo trading gli strumenti finanziari derivati.

                                           SCOPRILI QUI