Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Draghi e Kuroda chiacchierano, la FED agisce
10/04/2014 08:37

Wall Street ieri, dopo aver iniziato la seduta con un po’ d’incertezza, contagiando le borse europee, che hanno chiuso con modesti rimbalzi, si è scrollata di dosso la cautela ed ha provato a dare un po’ più di consistenza al rimbalzo iniziato il giorno prima.
Del resto, se il buongiorno si vede dal mattino, la trimestrale di Alcoa, presentata ieri a mercati chiusi, ha rassicurato, avendo battuto largamente le attese degli analisti. Ma ancor più hanno rassicurato le minute del FOMC, dove si è potuto verificare il cambiamento delle linee guida che la FED ha deciso di cambiare. Come aveva anticipato l’ultimo intervento di Yellen, sono stati accantonati gli indicatori che Bernanke aveva imposto per dare trasparenza alle decisioni di politica monetaria della FED. Non si guarderà più solo al tasso di disoccupazione ed alla ripresa di un tasso di crescita sostenuto per cominciare ad alzare i tassi di interessi a partire da sei mesi dopo la fine del tapering. Queste regole automatiche, forse un po’ rigide, ma trasparenti, vanno in soffitta e vengono sostituite da valutazioni più politiche effettuate dal FOMC, basate su molti più indicatori e soprattutto non legate a scadenze temporali. E’ un modo per prorogare ulteriormente la fine della politica monetaria accomodante. Insomma: Draghi chiacchiera, la FED agisce. Ovviamente SP500 ha applaudito, chiudendo la seduta con uno sprint finale che gli ha consentito di recuperare tutto il calo accusato ad inizio settimana, e portarsi al di sopra della chiusura di venerdì scorso.
Di strada da fare per tornare ai massimi ce n’è ancora. In particolare occorrerà neutralizzare anche il brutto segnale di venerdì scorso. Ma intanto possiamo confermare che il rimbalzo sul supporto è avvenuto. Ora l’indice USA attende ansioso che la stagione delle trimestrali entri nel vivo. Domani avremo un paio di banche importanti (JP Morgan e Wells Fargo), ma è dalla prossima settimana che passeranno sotto i riflettori i grossi calibri di Wall Street.
Il nostro mercato ieri ha vissuto una giornata anonima in cui lo storno dei bancari è proseguito, accelerando nel finale di seduta ma senza la frenesia ribassista del giorno precedente.
Oggi si dovrebbe rimbalzare, banche permettendo, come il resto d’Europa, che viaggia al traino degli USA con un giorno di ritardo, e sconterà in apertura il traino del rimbalzo USA, avvenuto per la maggior parte a mercati europei già chiusi.
Non mi attendo arrampicate eclatanti, almeno fino a quando la borsa USA non avrà realizzato nuovi massimi. Del resto a questo rimbalzo sta mancando del tutto il contributo di entusiasmo del Giappone, dove l’indice Nikkei sta inanellando in questo mese un calo dopo l’altro. Il motivo è il forte aumento dell’IVA di 3 punti percentuali, che è entrato in vigore in Aprile e che ha causato un vero e proprio crollo dei consumi. La BOJ sta imitando Draghi e continua a promettere di essere pronta a sostenere l’economia, ma non fa nulla di concreto. Ed allora il mercato tira le sue conclusioni negative. Questa volta sembra invece più convinto il contributo cinese, dove si susseguono voci di nuovi aiuti alla crescita da parte del Governo ed in effetti qualcosa sta avvenendo.
Non sfugge al lettore attento che tutte le motivazioni rialziste, che i mercati cercano, derivano da aspettative di aiuti fiscali o monetari da parte di Stati e Banche Centrali. Un rialzo così motivato ha gambe tremolanti e non è certo impresa di cui andar fieri.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

VUOI FARE TRADING CON SODDISFAZIONE?

IMPARA IL TRADING DA CASA:  9 Webinar in diretta e differita per imparare a fare bene il trading online. Il primo webinar è gratis.

FARE TRADING CON LE OBBLIGAZIONI: 2 Webinar in diretta e differita per capire il mondo delle obbligazion per l’investimento ed il trading .

APRI LA PORTA A FUTURES ED OPZIONI: 2 Webinar in diretta e differita per imparare ad utilizzare nel tuo trading gli strumenti finanziari derivati.

                                           SCOPRILI QUI