Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Il Morso della UE
06/11/2013 08:40

Prevale la cautela in Borsa e la giornata di ieri è stata dominata dalle prese di profitto, mentre si avvicinano tre importanti appuntamenti (la riunione della BCE, la prima stima del PIL USA del 3° trimestre e la quotazione di Twitter) tutti concentrati nella giornata di domani, che si appresta a rivelarsi topica. I mercati cominciano a sentire l’importanza degli eventi e scattano prese di beneficio che aumentano la volatilità. Nulla, per ora, in grado di impensierire seriamente il cammino rialzista, ma semplici manifestazioni di cautela da parte di chi sta già guadagnando molto e preferisce togliere qualcosa dal piatto.
Ieri a deprimersi un po’ di più sono state soprattutto le borse europee, condizionate dall’ennesima revisione al ribasso della crescita attuata dalla Commissione UE.
Il dato del PIL dell’eurozona dovrebbe quest’anno chiudere con un -0,4%, mentre il prossimo anno si vede una crescita del +1,1%. Il debito è visto quest’anno al 95,5% del PIL e peggiorerà ancora il prossimo (95,9%).
Riguardo alle previsioni per l’Italia, la Commissione UE ha dato ragione all’ISTAT e fatto fare brutta figura a Saccomanni. Quest’anno dovremmo chiudere con una recessione del -1,8% (contro il -1,7% previsto e confermato solo pochi giorni fa dal governo) ed il prossimo anno dovremmo vedere un po’ di luce con una ripresina del +0,7% (contro il +1% azzardato dal governo).
Ovviamente Saccomanni non ci crede ed afferma caparbio che quelle stime non tengono conto degli sforzi di riforma del governo. Il Ministro dell’Economia, benché tecnico,  si mostra così più politico dei politici, pretendendo che si accolgano come certezze quelle che sono solo pie intenzioni del governo. Abbiamo visto a più riprese nelle settimane scorse come le intenzioni di questo governo delle larghe attese mutino due volte al giorno, e quando arrivano a diventare legge perdono per strada gran parte degli obiettivi prefissati.
Personalmente ritengo che, se le previsioni della Commissione UE hanno un difetto, sia casomai quello di essere troppo indulgenti sui numeri italiani e incorporino un rischio rilevante di revisione al ribasso, Specialmente quelle sulla crescita del prossimo anno. Non riesco proprio ad immaginare il nostro agonizzante sistema produttivo fare un balzo di due punti e mezzo percentuali per passare dal -1,8% al +0,7%. Occorrerebbe un miracolo che neanche il Berlusconi dei tempi migliori avrebbe osato promettere
Vedremo. Intanto sono curioso di osservare come verrà trasformata la Legge di Stabilità nel suo percorso parlamentare, che inizia ora, dato che la stessa Commissione UE ci ha raccomandato di non sforare per nessun motivo, neanche per favorire la crescita, il limite del 3% nel rapporto deficit/PIL. Sento puzza di tasse supplementari per recuperare il gettito necessario alla definitiva abolizione della seconda rata dell’IMU, sulla quale il PDL (Alfaniani compresi) farà le barricate.
La tentazione di strappare una facile approvazione della legge di stabilità con una qualche invenzione per salvare Berlusconi (grazia, rinvio della decadenza, decreti interpretativi della legge Severino….) si fa sempre più forte nella mente di Letta e del suo santo patrono Napolitano.

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

UN AIUTO PER LA TUA OPERATIVITA'

I nostri SERVIZI INFORMATIVI ti aiutano a guadagnare in borsa con un metodo chiaro, semplice, efficace e, soprattutto, replicabile!
 

GOLD, Report Quotidiano sul Mercato Azionario, fornisce ogni giorno indicazioni di acquisto e vendita sul azioni italiane, sulle blue chips  europee e sui principali ETF-ETC quotati.     >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<

GAP, Report settimanale per investire con ottica di medio periodo su Fondi ed ETF.  >>>  Provalo GRATIS per un mese!  <<<