Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Focus Macroeconomico
23/01/2006

Ti piacerebbe guadagnare in borsa in 5 minuti al giorno?
Il nostro report GOLD ti propone un metodo chiaro, semplice e facilmente replicabile!
Clicca qui per provarlo GRATIS per un mese!

Capita a volte che i mercati si comportino in modo del tutto indipendente da quanto i dati macroeconomici farebbero presumere.

Ne abbiamo avuto la dimostrazione la scorsa settimana, terminata in flessione piuttosto pesante sui mercati azionari, benchè i dati macroeconomici abbiano fornito indicazioni abbastanza rassicuranti. Infatti quasi tutti i dati sono stati migliori delle previsioni degli analisti, in particolare quelli sui prezzi al consumo, sulla produzione industriale e la misurazione della fiducia dei consumatori USA.

Quel che ha messo paura ai mercati azionari è stata la sfilza di trimestrali deludenti che si sono succedute nella settimana (tra le principali delusioni cito soltanto Intel, Yahoo, Motorola, General Electric, Citigroup).

Era parecchio tempo che non si vedevano tante comunicazioni societarie al di sotto delle attese degli analisti.

L’altro dato che preoccupa i mercati, per le spinte inflazionistiche che genera, è la salita del prezzo del petrolio, che sta ormai insidiando da vicino il massimo di quest’estate a quota 71 dollari.

Tale situazione apre le porte a scenari abbastanza incerti, spesie se il petrolio dovesse schizzare a 100 dollari, come qualcuno ha ipotizzato già qualche mese fa, a causa dell’impatto recessivo sull’economia reale ed inflattivo sull’indice dei prezzi.

Del resto la Federal Reserve continua ad affermare, negli interventi pubblici dei suoi membri, che permangono rischi di inflazione e che se la fine dei rialzi ai tassi è vicina, restano altri interventi da fare, anche in considerazione che lo sfruttamento delle risorse è ormai al massimo potenziale, così come la crescita dell’economia americana.

Guardando ai prossimi giorni, che saranno dominati dalle molte comunicazioni societarie, tra i dati provenienti dagli USA segnalo il Superindice (lunedì), gli ordini di beni durevoli (giovedì) e soprattutto la prima stima del PIL dell’ultimo trimestre 2005, che gli analisti prevedono in rallentamento di un punto rispetto al dato del 4,1% del 3° trimestre. Eventuali sorprese non mancheranno di infiammare i mercati azionari ed obbligazionari.

 

MARKET MOVERS   dal  23  al  30  Gennaio 2006

 

Quelli che seguono sono gli avvenimenti economici della settimana che considero più importanti, cioè quelli che con maggiore probabilità sono destinati ad influenzare l’andamento dei mercati. In USA tali avvenimenti vengono chiamati “Market Movers”. Chi desidera consultare l’elenco completo degli avvenimenti macroeconomici della settimana può accedere al seguente link internet: http://www.bancaintesa.it/ist/jsp/HP_UfficioStudi.jsp. Chi desidera l’elenco degli appuntamenti societari americani lo può trovare qui: http://money.cnn.com/news/companies/firstcall/.

 

Giorno

Ora

Dove

Evento

Preced.

Previs.

Commento

Lun. 23

16:00

USA

Superindice anticipatore dic. m/m

+0,5%

+0,1%

Negativo un calo

 

 

GER

Prezzi al consumo gennaio  a/a

+2,1%

+2,4%

 

 

 

 

Comunicazioni societarie:American Express, Bank of America, Boeing, Ford, JDS Uniphase, McDonalds, Procter& Gamble, Texas Instruments, Walt Dysney

Mar. 24

 

 

Comunicazioni societarie:3M, EMC, Johnson&Johnson, Lucent, STM

Mer. 25

10:00

GER

Indice IFO Gennaio

99,6

99,7

 

 

16:00

USA

Vendita case esistenti dicem. ann.

7,1 mln

6,9 mln

 

 

 

USA

Riserve petrolio settimanali

 

 

 

 

 

 

Comunicazioni societarie:CNH, Colgate-Palmolive, Computer Associates, Conoco, Juniper, Xerox

Gio. 26

14:30

USA

Ordini Beni Durevoli Dicem. m/m

+4,4%

+1%

Positivo se > di previs.

 

14:30

USA

Sussidi disoccupazione settimanali       

271.000

 

 

 

 

 

Comunicazioni societarie: Amgen, AT&T, Caterpillar, Eli Lilly, GM, Nokia, Sap

Ven.  27

14:30

USA

PIL 4° trim. (1° stima) t/t a       

+4,1%

+3,1%

Positivo se oltre previs.

 

16:00

USA

Vendita nuove case dicembre ann.

1,24 mln

1,24 mln

 

 

15:45

USA

Fiducia Consum. Michigan gen.    

91,5

93

positivo se oltre previs.

Lun. 30

14:30

USA

Spese per consumi dicembre m/m

+0,3%

 

 

 

14:30

USA

Redditi Familiari dicembre m/m

+0,3%

 

 

Legenda:  In neretto i dati più importanti;  a/a= anno su anno;   m/m= mese su mese;  t/t= trimestre su trimestre; t/t a= trimestre su trimestre annualizzato; ann. = dato annuo; prel.= preliminare; rev.= revisione; def.= definitivo;  Preced.= ultimo dato pubblicato;  <= minore; >= maggiore; Previs.= media previsioni analisti; mln= milioni; mld= miliardi; $=dollari

Dati tratti da Ufficio Studi Banca Intesa; Bloomberg. Commenti di Borsaprof.it

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

VUOI FARE TRADING CON SODDISFAZIONE?

IMPARA IL TRADING DA CASA:  9 Webinar in diretta e differita per imparare a fare bene il trading online. Il primo webinar è gratis.

FARE TRADING CON LE OBBLIGAZIONI: 2 Webinar in diretta e differita per capire il mondo delle obbligazion per l’investimento ed il trading .

APRI LA PORTA A FUTURES ED OPZIONI: 2 Webinar in diretta e differita per imparare ad utilizzare nel tuo trading gli strumenti finanziari derivati.

                                           SCOPRILI QUI